Voi siete qui
Consiglio comunale: rinviate le mozioni su via Monti e via Benedetto Croce Cronaca 

Consiglio comunale: rinviate le mozioni su via Monti e via Benedetto Croce

Rinviate alla prossima assise comunale le discussioni su via Monti (15 sì, 13 no) e su via Croce (16 sì, 6 no).

Erano questi due, gli ultimi punti all’ordine del giorno del consiglio comunale odierno, cominciato alle ore 10.00 dopo la chiama (assenti i consiglieri Carbonaro, Galdi, Memoli, Giuseppe Ventura), e proseguito poi con la richiesta – della consigliera Paola De Roberto, accordata – di un minuto di silenzio in ricordo dei vigili del fuoco morti ad Alessandria, nell’esercizio del proprio dovere.

Dopo le prime scaramucce sui terreni agricoli (D’Alessio, Gallo e Naddeo hanno chiesto di revocare l’art. 109.2 delle Norme Tecniche di Attuazione che fanno da corollario all’adeguamento decennale del PUC in via di approvazione per “evitare che anche le zone agricole diventino oggetto di edificazione”) e sul bilancio consolidato, è stata la volta del voto che riguardava l’area mercatale di Via Vinciprova: con 22 voti a favore, 7 astenuti ed 1 voto contrario si è deciso per l’eliminazione del mercatino etnico, o meglio delle ultime 2 bancarelle che erano ancora presenti nella zona. Bancarelle che verranno spostate in via Limongelli.

Il clima si è arroventato dopo le 13.30, sulle mozioni bipartisan relative alla ZTL in via Monti, firmata da 16 consiglieri, e il doppio senso di circolazione in via Benedetto Croce, firmata da 21.

Il sindaco Napoli minimizza l’accaduto, ma si registrano una dichiarazione forte del consigliere Mazzeo: “Voto sì al rinvio, in attesa del 22 novembre e delle osservazioni. Se niente accade, voterò contro la mia maggioranza, contro la mia amministrazione” e di Mimmo Ventura: “Ci dobbiamo vergognare e il mio no al rinvio su via Monti è un no orgoglioso, perché è un no di maggioranza”.

Non passa dunque la mozione, mentre dall’opposizione si chiede “di metterle all’ordine del giorno nel prossimo Consiglio, visto che si tratta di rinvio e non di ritiro”.

Related posts