Voi siete qui
Controesodo, bilancio luci ed ombre su strade ed autostrade salernitane Cronaca 

Controesodo, bilancio luci ed ombre su strade ed autostrade salernitane

Per Anas il controesodo estivo si è sviluppato con traffico intenso ma senza le criticità attese nel fine settimana. Ancora in queste ore sono migliaia le partenze e molti i rientri verso le città con circolazione sostenuta ovunque, ma scorrevole sulla rete stradale ed autostradale in gestione Anas. Il divieto di transito per i mezzi pesanti è scaduto ieri alle 22, anche se oggi permane l’indicazione del bollino rosso o giallo a seconda delle zone.

Nel Salernitano, i disagi maggiori si sono avuto ieri sera lungo il raccordo verso Avellino e all’altezza della barriera di Mercato San Severino. Sulla Salerno-Reggio, invece, imbuto a Polla nel pomeriggio e nei pressi delle uscite di Eboli e Battipaglia. Nella città capoluogo, difficoltà in zona Arechi per la mancata rimozione dei container utilizzati per separare i tifosi di Salernitana e Pescara, sabato sera. La situazione è tornata normale in tarda serata.

I volumi di traffico sono stati sostenuti già a partire da venerdì pomeriggio, con flussi consistenti sia per le partenze verso le località turistiche, sia – soprattutto nella giornata di sabato –  per il controesodo dei rientri verso le aree urbane lungo le dorsali adriatiche, joniche e tirreniche. Nelle prossime ore è atteso un incremento dei flussi di traffico verso le città, mentre per il prossimo fine settimana è previsto bollino rosso nelle giornate di sabato e domenica, con traffico intenso per il controesodo e nuovo stop ai tir – rispettivamente- sabato dalle 8 alle 16 e domenica dalle 7 alle 22.

Tra le 21 sale operative territoriali, quella dell’autostrada A2 “del Mediterraneo”, che opera in affiancamento alla Polizia Stradale. Il monitoraggio 24 ore su 24 del traffico riguarda in particolare i principali assi strategici, come la statale 18.

Related posts