Voi siete qui
Coronavirus, cambia anche la differenziata (per i contagiati) Cronaca 

Coronavirus, cambia anche la differenziata (per i contagiati)

L’emergenza coronavirus ha imposto uno stravolgimento necessario delle regole per la raccolta differenziata, sia per il conferimento che per la suddivisione dei materiali.

Si distingue tra chi è risultato positivo al tampone e chi non lo è.

PER CHI E’ IN QUARANTENA OBBLIGATORIA o CONTAGIATO

Decade, per ora, l’obbligo di differenziare i rifiuti ma viene consigliato di utilizzare due o tre sacchetti, racchiusi l’uno dentro l’altro, all’interno dell’apposito contenitore per l’immondizia, in modo da creare un unico sacchetto di materiale indifferenziato.

Viene, inoltre, raccomandato di utilizzare dei guanti monouso al momento della chiusura dei sacchetti e di gettare gli stessi nei nuovi sacchetti preparati per la raccolta indifferenziata.

TUTTI GLI ALTRI

Chi, invece, non è stato contagiato e non è in quarantena, può continuare a effettuare la raccolta differenziata, prestando comunque attenzione alle norme di igiene e utilizzando sempre più sacchetti sovrapposti, all’interno dello stesso contenitore.

Related posts