Voi siete qui
Coronavirus, Napoli come Wuhan. Il “Loreto mare” riconvertito a tempo record Cronaca 

Coronavirus, Napoli come Wuhan. Il “Loreto mare” riconvertito a tempo record

“Il pronto soccorso dell’Ospedale Loreto Mare da domani accoglierà il primo paziente in terapia intensiva per il covid19″.

Lo annuncia il direttore generale dell’Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva. L’ospedale partenopeo di via Marina, infatti, ha subito nei giorni scorsi dei lavori di adeguamento di una ampia area e da oggi sarà dedicato al ricovero dei pazienti del coronavirus.

Oggi il sopraluogo del presidente De Luca: “Sono stato oggi a visitare la parte già completata della riconversione dei posti letto. Entro 20 giorni avremo complessivamente 70 posti letto che saranno al servizio della rete sanitaria regionale con l’obiettivo di sostenere l’aumento dei contagi da Covid-19. I 70 posti letto comprenderanno 10 posti letto di terapia intensiva (già disponibili da mercoledì prossimo), 20 di terapia sub intensiva ma già attrezzato con i macchinari per la terapia intensiva, garantendo quindi la pressione negativa, e 40 posti letto saranno di degenza ordinaria ad alta intensità di cura per il covid19. Le attività che lasceranno spazio a questa riconversione saranno trasferite all’Ospedale del Mare.

E entro mercoledì l’ospedale di Scafati, Mauro Scarlato, avrà tutte le postazioni necessarie per i casi di Coronavirus diventando Centro dedicato. Attualmente terapia intensiva ha 7 posti. Ne verranno aggiunti 9. A questi ci saranno 62 per la degenza. Le apparecchiature necessarie ci sono, sono portatili. Il personale è in fase conclusiva di reclutamento.

Related posts