Voi siete qui
Cyberbullismo, dopo la Regione, anche il Parlamento licenzia un testo di legge Cronaca 

Cyberbullismo, dopo la Regione, anche il Parlamento licenzia un testo di legge

Sì definitivo dell’Aula della Camera al disegno di legge sul contrasto dei cyberbullismo.

Il testo è stato approvato a Montecitorio all’unanimità: 432 favorevoli ed una sola astensione. Il provvedimento – varato dopo quattro passaggi parlamentari – introduce la possibilità per i minori di chiedere l’oscuramento dei siti dove si consumano le “cyber aggressioni” e, come per lo stalking, stabilisce la “procedura di ammonimento” per i bulli. Le scuole saranno direttamente coinvolte attraverso l’individuazione di un docente-referente per le iniziative contro il cyberbullismo.

Ne abbiamo parlato con l’estensore della legge regionale, il consigliere regionale Carmine De Pascale che ha sottolineato similitudini e differenze delle due norme: e se sul coinvolgimento della scuola c’è identità di propositi,  il testo approvato all’unanimità dall’assise regionale prende in considerazione sia la vittima, sia il bullo, sia gli spettatori.

https://www.youtube.com/watch?v=XkHA5m2g7zQ

Related posts