Voi siete qui
E se i giocatori si rifiutassero di scendere in campo per protesta? Sarebbe salvo il Venezia Sport 

E se i giocatori si rifiutassero di scendere in campo per protesta? Sarebbe salvo il Venezia

La Lega di B ha ufficializzato le date delle gare di andata e ritorno, in accordo col presidente della Figc Gravina. Andata a Salerno il 5 Giugno alle ore 20.45 , ritorno a Venezia il 9 alle ore 18.00. I giocatori delle due squadre stanno valutando varie forme di protesta: la più clamorosa quella di non scendere addirittura in campo.
Il monito di Gravina
Il Presidente della Federcalcio Gravina osserva e avvisa: “Se io mi devo aspettare sorprese se le devono aspettare anche loro. Per me si gioca il 5 e il 9. Se questo non avverrà ci sono tutte le modalità perché io dia certezze al sistema”. Tradotto: Lega di B commissariata, sconfitta a tavolino per entrambe e pesanti penalizzazioni. Si arriverà davvero a tanto?
E se i giocatori si rifiutassero di scendere in campo?
Sull’ipotesi di un’eventuale protesta dei giocatori di non scendere in campo nel playout di B, se dovesse davvero accadere entrambe perderebbero 0-3 a tavolino e quindi da regolamento sarebbe salvo il Venezia che ha una classifica migliore. Ovviamente poi è quasi scontato che anche il Venezia venga penalizzato e quindi entrambe sarebbero retrocesse.

Related posts