Voi siete qui
Feldi Eboli, si inizia a lavorare al PalaSele Sport 

Feldi Eboli, si inizia a lavorare al PalaSele

Tempo di raduno per la Feldi Eboli. I rossoblù del patron Di Domenico si ritroveranno al Pala Sele per il ritiro pre campionato. La Lega ha diramato il calendario ufficiale della Serie A 2019/20 di calcio a 5 e gli eburini faranno il loro esordio casalingo contro una new entry in massima serie, il Lido di Ostia. Poi sarà subito derby in esterna contro la Sandro Abate e, ancora in trasferta, contro la Meta Catania. Prima del campionato, però, ci sarà da onorare l’impegno in Coppa di Divisione, con cui si aprirà la nuova stagione: la Feldi Eboli esordirà in casa dell’Alma Salerno, l’incontro é previsto per martedì 17 settembre (salvo diversi accordi tra le società). La competizione è giunta alla terza edizione e si caratterizza per la partecipazione di tutte le squadre nazionali di serie A, A2 e B. L’anno scorso fu il Real Rieti ad iscrivere il proprio nome sull’albo d’oro. Definito già il programma del turno preliminare, sono stati composti gli otto gruppi della prima fase, che sarà divisa in cinque turni. Dopo i primi quattro turni, per la composizione dei quarti di finale, la Divisione provvederà il giorno giovedì 19 dicembre 2019 a svolgere un sorteggio pubblico presso la propria sede per la determinazione degli abbinamenti. Le vincenti dei quarti accederanno alla Final Four.

«Sto vivendo quest’ultimo periodo di vacanze con grande serenità – ha affermato mister Francesco Cipolla –, soprattutto perchè di concerto con la società abbiamo portato a termine un ottimo lavoro, rispettando e, in parte, anticipando il calendario organizzativo. Quanto fatto ci ha concesso qualche giorno di ferie in più utile per arrivare ancor più carichi ai nastri di partenza. E’ la terza stagione in Serie A della Feldi Eboli, di certo quella prospettivamente più impegnativa e ambiziosa. Il campionato italiano è il più competitivo del mondo, se non sei preparato puoi perdere contro chiunque. Si parte con il Lido di Ostia, è sì una neopromossa, ma non dimentichiamo che lo scorso anno ha dominato il proprio girone di A2. Partita insidiosa, quindi, ma sono contento di esordire davanti al nostro pubblico: con loro accanto ci sentiamo più forti. Dopo l’esordio penseremo alle altre, una gara alla volta, un gradino alla volta».

Related posts