Voi siete qui
Il Benevento batte 4-2 il Cosenza nell’anticipo della 35esima giornata Sport 

Il Benevento batte 4-2 il Cosenza nell’anticipo della 35esima giornata

Il Benevento batte 4-2 il Cosenza nell’anticipo della 35esima giornata del campionato di Serie B. I sanniti in un sol colpo riescono a bissare il successo ottenuto la scorsa settimana sul campo del Verona e ad accorciare le distanze rispetto al secondo posto. Gli stregoni sono a sole 4 lunghezze di distacco dalla zona che regala la promozione diretta in massima serie, in attesa della supersfida tra Lecce e Brescia. Nel frattempo, il team di Bucchi è aritmeticamente qualificato per i play off.

Partita scoppiettante quella che va in scena al Vigorito Santa Colomba: prima il doppio vantaggio del Benevento, poi il pareggio del Cosenza. Nel secondo tempo, però, non c’è storia, i padroni di casa accelerano e conquistano l’intera posta in palio.

Dopo l’infortunio di Del Pinto, sostituito da Tello, il match si sblocca al 25’ grazie all’ottima giocata di Armenteros che serve Bandinelli, bravo ad agganciare col destro e a segnare l’1-0 sotto il sette. Il Benevento si ripete soltanto tre minuti dopo con Caldirola che raccoglie l’assist da calcio d’angolo di Viola e allunga ulteriormente il passo. Sempre i campani provano ad approfittare del doppio vantaggio e cercano il tris con Viola che, su calcio di punizione, colpisce il palo. Subito dopo, succede di tutto e il match cambia totalmente direzione. Gli ospiti non si arrendono e rimettono la situazione in discussione. Al 38’ Sciaudone riapre il match: angolo di Baez, Embalo colpisce il palo, ma il centrocampista si fa trovare pronto sul tap-in. Pochi minuti dopo arriva il pareggio di Tutino che sfrutta un rimpallo, supera Caldirola e strega Montipò.

La ripresa si apre con un sinistro fortissimo di Viola dal limite, subito vicino al 3-2. Ci riprova Insigne, ma il portiere avversario non si lascia sorprendere. Il Benevento parte forte e, infatti, il terzo gol non tarda ad arrivare. Succede al 54′. Merito di Armenteros che, col ginocchio, devia in porta un assist da calcio d’angolo di Viola e batte Perina. A mettere la parola fine ci pensa Coda, a dieci minuti dal fischio finale, su assist di Roberto Insigne.

Related posts