Voi siete qui
Incendi: la provincia di Salerno è la seconda in Italia dopo Roma Cronaca 

Incendi: la provincia di Salerno è la seconda in Italia dopo Roma

Ancora fiamme sul Monte Stella, ancora roghi a sud e a nord di Salerno. E laddove non arrivano i piromani, ci si mette l’imprudenza come nel caso di Siano, dove ieri sera un incendio è partito dall’innesco accidentale provocato dalla tradizionale gara dei fuochisti locali per la festa del paese.

Surreale lo spettacolo pirotecnico, in sé suggestivo, con le lingue di fuoco che si levavano alte che per lunghi, interminabili minuti hanno bruciato ettari di boschi fino all’arrivo dei vigili del fuoco e della protezione civile. Secondo alcuni testimoni non è la prima volta che accade un incidente del genere, ma visto il periodo forse quel tipo di spettacolo non era adatto almeno in quel luogo.

Non solo Siano. Perchè dopo i roghi divampati tra l’Agro e la Valle dell’Irno, altri incendi si registrano a Centola, Sacco, Sala Consilina, Stella Cilento, Vallo della Lucania, Capaccio Paestum, Atena Lucana, Roscigno e San Pietro al Tanagro. Oltre mille gli interventi delle squadre dei Vigili del fuoco per gli incendi boschivi e di vegetazione. Il numero maggiore di roghi si è verificato proprio in Campania e la provincia di Salerno è seconda solo a quella di Roma per estensione della linea del fuoco. E ieri nel capoluogo la polizia ha beccato un pastore ed il suo aiutante ad appiccare le fiamme sulle colline di Sant’Eustachio: i poliziotti li hanno inseguiti ed arrestati per incendio boschivo doloso aggravato.

https://www.youtube.com/watch?v=oIodwENxMkY

Related posts