Voi siete qui
Inceneritori in Campania: vertice a Caserta tra Conte, Salvini e Di Maio Cronaca 

Inceneritori in Campania: vertice a Caserta tra Conte, Salvini e Di Maio

Riparte dal Caserta, il confronto nel Governo sugli inceneritori in Campania. E riparte dall’assunto ambientalista dei Cinque Stelle contrari agli impianti e favorevoli alla differenziata e all’economia circolare e dal diktat della Lega che invece, addirittura, di termovalorizzatori ne vorrebbe uno per Provincia. Eppure, Salvini fino a qualche tempo fa era contrario. Cosa gli abbia fatto cambiare idea è lui stesso a spiegarlo.

Il premier Conte tenta, nel pomeriggio, una difficile mediazione in terra casertana tra Di Maio e Salvini. D’altronde, la Regione Campania a guida De Luca ha già un piano che stralcia l’ipotesi inceneritori e punta dritto a 15 nuovi impianti di compostaggio, alla riduzione a monte dei rifiuti all’innalzamento della differenziata dal 52 al 65%. Lo scontro che consuma l’alleanza Lega-Cinque Stelle si gioca sulla pelle dei campani, in casa del vicepremier Di Maio.

L’altro vicepremier, però, tira dritto. Non raccoglie le frecciate sui rapporti con Berlusconi e sugli impianti per i rifiuti in Lombardia ed anzi rilancia. Salvini è sicuro di trovare un’intesa con Di Maio.

Related posts