Voi siete qui
“La pizza buona dentro e fuori”, per i detenuti del carcere di Fuorni la speranza di un lavoro Curiosità 

“La pizza buona dentro e fuori”, per i detenuti del carcere di Fuorni la speranza di un lavoro

La pizza per ricominciare, per guardare al futuro con più ottimismo e con un mestiere. All’interno del carcere di Fuorni, la pizzeria sociale, che prevede il reinserimento dei detenuti della casa circondariale ‘Antonio Caputo’, ha avviato i lavori. “La pizza buona dentro e fuori” ha raggiunto un’altra tappa importante, mentre proseguono le serate in calendario per la campagna di raccolta fondi. Il progetto ad oggi ha visto coinvolti ben 10 operatori della ristorazione, tra pizzerie e ristoranti del territorio, che hanno dato la propria disponibilità ad “ospitare” serate finalizzate a sostenere il progetto sociale per l’inserimento lavorativo dei giovani detenuti. Le cene di solidarietà sono volute da Fondazione Casamica insieme ai partners Fondazione Comunità Salernitana, Assessorato alle Politiche sociali del Comune di Salerno e la Casa Circondariale), L’appello al sostegno per questa importante iniziativa ha dato già i suoi primi frutti. Raggiunta per il momento, grazie alle donazioni, la cifra di 22.742,00 euro. Ma serve ancora un altro piccolo sforzo per raggiungere i € 25.000,00 che occorrono per riuscire a ristrutturare il locale e acquistare le attrezzature necessarie. Il Progetto, lo ricordiamo, ha l’obiettivo di attrezzare un locale, all’interno dell’Istituto di pena di Salerno, con un forno e con tutto ciò che occorre per poter realizzare una Pizzeria e formare i detenuti con un Percorso formativo di Qualifica professionale.

Related posts