Voi siete qui
Lo stadio Vestuti abbraccia la storia della Salernitana Sport 

Lo stadio Vestuti abbraccia la storia della Salernitana

In esposizione foto, oggetti e maglie di sette decenni granata

Nel tempio del calcio salernitano i muri trasudano di storia. Fino a domani ospitano anche cimeli, ricordi, oggetti inediti, articoli di giornale dell’epoca, maglie e gagliardetti. Oltre ad alcuni pezzi da novanta come la bozza del primo cavalluccio del maestro D’Alma o i progetti di costruzione dello stadio.

La Salernitana torna al Vestuti e lo fa grazie all’associazione “19 giugno 1919”. Si chiama “Storie di Salernitana” l’evento inaugurato ieri alla presenza del sindaco di Salerno Vincenzo Napoli. C’erano anche alcuni ex calciatori granata come Antonio Capone, Fulvio De Maio, Pasquale Viscido, Enzo Leccese, Roberto Chiancone e Fabio Vulpiani.

Una mostra dedicata alla storia della Salernitana ma anche della città. Per decenni tifosi, appassionati e semplici curiosi si ritrovavano in piazza Casalbore. Per vedere le partite o gli allenamenti ma anche semplicemente per stare insieme. Il Vestuti era un luogo naturale di aggregazione, ci si incontrava lì senza bisogno di appuntamento.

L’associazione 19 giugno 1919, attraverso il suo presidente Alessandro Nisivoccia, ha donato alla famiglia Jacovazzo un ritratto di Carmine, salernitano con 215 presenze con la Salernitana. Stamane anche il copresidente della Salernitana, Marco Mezzaroma, ha fatto visita alla mostra. In questo modo i tifosi dell’associazione hanno voluto fare vedere materialmente quanto sia importante la storia granata lunga quasi un secolo. La mostra resterà allestita allo stadio Vestuti fino alle 22 di domani sera.

Related posts