Voi siete qui
Marevivo, raccolte 7 tonnellate di rifiuti sul fondo del porto di Cetara Cronaca 

Marevivo, raccolte 7 tonnellate di rifiuti sul fondo del porto di Cetara

Il mare rischia di diventare una vera e propria discarica. Anche nel salernitano la situazione sta diventando preoccupante. Solo nell’ambito del progetto “SensibilizziAMOci”, organizzato da Marevivo Salerno e Costiera Amalfitana in collaborazione con il Comune ed il supporto tecnico del Locamare di Cetara, i sub hanno raccolto oltre 7 quintali di rifiuti dai fondali del porto. Plastica, copertoni, reti da pesca abbandonate, addirittura un vecchio computer: ecco quello che i volontari hanno trovato sul fondo del mare, a Cetara.

A partecipare all’attività di recupero i sommozzatori volontari di Marevivo Penisola Sorrentina, della Divisione Sub di Marevivo e della Protezione Civile Sommozzatori di Napoli, che sono riusciti a riportare a galla quasi 10 quintali di rifiuti, che poi sono stati smaltiti dalla società Cetara Servizi e Sviluppo.

«Siamo particolarmente soddisfatti del buon esito dell’iniziativa – ha dichiarato il responsabile di Marevivo Pietro Vuolo – che ha visto una sinergia tra cittadini e istituzioni del Comune di Cetara. È la prima volta che viene organizzata una pulizia dei fondali dell’area portuale e ci stiamo già mobilitando affinché ce ne sia presto un’altra alla fine della stagione estiva».

Il progetto “SensibilizziAMOci” è una campagna di mobilitazione che ha la finalità di informare e responsabilizzare l’intera comunità, sul tema della tutela ambientale, attraverso le buone pratiche che potranno rendere il borgo cetarese sempre più “green”.

Dopo gli incontri dedicati all’educazione ambientale, nei quali sono stati coinvolti i più giovani, e la pulizia del materiale plastico, con la collaborazione di esercenti, amministratori e cittadini semplici, nei diversi siti del territorio comunale, l’ultimo appuntamento è stato dedicato alla risorsa mare che rischia di essere definitivamente compromessa da comportamenti irresponsabili.

Related posts