Voi siete qui
Menichini: «La Salernitana farà bene in questa stagione» Sport 

Menichini: «La Salernitana farà bene in questa stagione»

La Salernitana torna nello stadio dove a giugno scorso ha salvato la B. Torna a Venezia lì dove ai rigori conquistò la permanenza tra i cadetti con in panchina Leonardo Menichini l’uomo delle emergenze e dei casi disperati. A campionato fermo per gli impegni delle nazionali Il Mattino ha intervistato proprio Menichini che ha ricordato la gara del Penzo soffermandosi anche sull’attuale stagione dei granata

“Almeno questa volta conoscete la data e il nome dell’avversario” scherza il trainer di Ponsacco “per noi non fu semplice: prima ci dissero che eravamo salvi, poi dovevamo preparare una partita senza sapere contro chi dovevamo giocare. Fummo bravi a riattaccare la spina sul piano mentale, disputammo due match di grande intensità. All’Arechi Djuric e Jallow misero le cose a posto, a ritorno Micai ha fatto delle belle parate ma devo dire grazie a tutta la vecchia guardia. Ancora oggi Minala mi chiede scusa per quell’episodio: giocammo in dieci per un sacco di tempo, ci ricompattammo e arrivammo meglio ai rigori. Calciò anche Casasola, reduce da un lutto devastante.

Anche su di lui facemmo un lavoro specifico e psicologicamente riuscì a scendere in campo. Fu importante anche aprire le porte ai tifosi per l’allenamento prepartita, si calarono nel clima di Salerno e i tifosi ci diedero una mano. Ci fu quell’aggressione, ma il nostro portiere fu bravo a superarla. Rimpianti? No, lì ho solo amici e mi godrò le luci d’artista in serie B: il ripescaggio del Venezia è stato sacrosanto, ma noi ci siamo tolti il pensiero subito salvandoci sul campo. Oggi la rosa è competitiva, ben allenata. Insieme ad altre 4-5 squadre la Salernitana può essere protagonista per la promozione diretta”.

Related posts