Voi siete qui
Movida violenta, il sostituto procuratore Rotondo “quadro inquietante” Cronaca 

Movida violenta, il sostituto procuratore Rotondo “quadro inquietante”

Parte da un giro illegale di anabolizzanti venduti nelle palestre, l’indagine che ieri mattina ha portato all’arresto di cinque buttafuori, accusati di pestaggi e violenze per imporre il proprio dominio nei locali notturni di Battipaglia. Una guerra tra due bande, secondo gli inquirenti, promossa da Walter Castagna che aveva addirittura ordinato l’uccisione del suo rivale in affari, Nino Quaranta. Il fascicolo d’inchiesta è stato trasmesso nel mese di giugno dagli inquirenti della Procura di Nocera Inferiore ai colleghi salernitani, dopo le dichiarazioni di un personaggio noto alla giustizia che aveva raccontato ai carabinieri di essere stato contattato qualche mese prima da Castagna che gli aveva chiesto di procurargli una pistola semiautomatica o a tamburo.

«Il quadro che emerse fu subito allarmante» ha spiegato in conferenza stampa il sostituto procuratore Francesco Rotondo della sezione criminalità economica.

L’omicidio non è avvenuto per mancanza di coraggio di Vincenzo Cortiglia che in prima persona ha riferito ai carabinieri di Battipaglia il progetto delittuoso di Castagna.

Related posts