Voi siete qui
Muore mentre ruba rame, denunciati i complici Cronaca 

Muore mentre ruba rame, denunciati i complici

Non ha fatto neanche in tempo ad affondare la lama nel grosso cavo, la scarica elettrica lo ha raggiunto in una frazione di secondo ed è stata fatale. Simone Masala, 32 anni, di Eboli, morto sul colpo. Morto per quei pochi euro che avrebbe ricavato rivendendo i cavi di rame che ieri pomeriggio, con due complici, ha provato a rubare in una cabina dell’Enel, in località Pezzagrande, ad Eboli. Feriti, non gravemente, i due amici, coetanei di Masala. Uno dei due, era ancora sul posto quando sono arrivati i carabinieri. L’altro, invece, ha tentato la fuga ma è stato rintracciato dopo poco in un terreno incolto. Entrambi sono stati denunciati ma la loro posizione è ancora al vaglio dell’Autorità Giudiziaria.

I tre, nel primo pomeriggio di ieri, hanno tentato il colpo senza tenere conto della pericolosità: molto probabilmente credevano che la cabina, situata lungo la strada, fosse inattiva. Qualche automobilista in transito li ha notati lì vicino ma ha creduto fossero tecnici. Solo dopo l’incidente, un passante ha chiamato i carabinieri. La scarica elettrica è stata avvertita da chi viaggiava in auto, nelle abitazioni della zona la corrente è saltata per qualche istante. I carabinieri della compagnia di Eboli, diretti dal maggiore Luca Geminale, sono stati sul posto per gli accertamenti. La messa in sicurezza della cabina è toccata ai vigili del fuoco.

Il magistrato di turno non ha disposto l’accertamento sul corpo del 32enne. Domani mattina, alle 10, ad Eboli, saranno celebrati i funerali.

Related posts