Voi siete qui
Nel pomeriggio, A San Mango Piemonte, i funerali della studentessa morta in classe al Liceo Da Vinci Cronaca 

Nel pomeriggio, A San Mango Piemonte, i funerali della studentessa morta in classe al Liceo Da Vinci

Ieri il riscontro diagnostico in Ospedale ha escluso patologie pregresse. Una crisi cardiaca fulminante, capace di innescare un collasso cardiocircolatorio talmente rapido da non offrire scampo. E’ così che sarebbe morta la studentessa del Liceo Da Vinci, accasciatasi lunedì mattina in classe, mentre era alla lavagna per un esercizio di matematica.

Il riscontro diagnostico effettuato ieri dall’equipe di anatomopatologia dell’Ospedale Ruggi d’Aragona conferma il decesso per una crisi cardiaca, esclude l’aneurisma cerebrale e nega pure l’esistenza di altre patologie o malformazioni congenite. La ragazza, in ogni caso, sarebbe andata incontro al suo destino per il repentino evolversi del malore in collasso respiratorio: fermatosi il cuore, anche i polmoni avrebbero ceduto di schianto.

Per questo la studentessa ha avuto appena il tempo di girarsi, provando ad appoggiare una mano alla cattedra prima di cadere, già priva di respiro e con gli occhi all’indietro. Segno che per lei non c’era già niente da fare. Nel pomeriggio, nella chiesa di Santa Maria Madre a San Mango Piemonte, i funerali della ragazza, a pochi passi da casa sua.

Ieri sera, nella sala mortuaria dell’Ospedale, è arrivata una delegazione della Salernitana (di cui era molto tifosa); poi, per una benedizione ed una preghiera, è passato anche l’Arcivescovo Andrea Bellandi.

Related posts