Voi siete qui
Nel presepe di sabbia di Salerno spunta l’effigie di Peppe Natella Curiosità 

Nel presepe di sabbia di Salerno spunta l’effigie di Peppe Natella

La compagnia della sabbia dedica a Peppe Natella la scultura del Crocifisso Ritrovato. Nel tendone del sottopiazza della Concordia l’opera dello spagnolo Aàron Jimenéz Ojieda e del russo Aleksei Rybak è stata presentata con le figlie Chiara e Rossella.

A colpire è la misura plastica e teatrale della scena. Compaiono gli elementi tipici della Fiera riscoperta da Natella: il diavolo, il mago, l’alchimista ed il negromante. Sullo sfondo il ponte dei Diavoli, che chiude la composizione.

Una saldatura ideale con la Fiera del Crocifisso ritrovato, che ormai è giunta al suo quarto di secolo e veste il centro storico di Medioevo per grandi e piccini.

Padre della Fiera del Crocifisso, Peppe Natella, è il simbolo di una certa cultura salernitana. Ma anche di una visione economica e di promozione del territorio. A lui, nel terzo anniversario della scomparsa, la compagnia della sabbia ha pensato di rendere omaggio.

Related posts