Voi siete qui
Nomina dg Provincia: Corte dei Conti proscioglie l’ex presidente Canfora Cronaca 

Nomina dg Provincia: Corte dei Conti proscioglie l’ex presidente Canfora

L’ex presidente della Provincia Giuseppe Canfora è stato prosciolto dai giudici contabili dalle accuse mossegli dalla Procura generale della Corte dei Conti. La sezione giurisdizionale si è pronunciata sul caso della presunta illegittimità della nomina del direttore generale della Provincia di Salerno ed il possibile, conseguente, danno erariale che avrebbe determinato.

Con ordinanza, i giudici hanno prosciolto Canfora, difeso dall’avvocato Gaetano Paolino, ma anche i dirigenti di Palazzo Sant’Agostino Gerardo Bellino (Risorse Umane) e Marina Fronda (Settore Finanziario). I fatti risalgono al 2014, quando fu nominato il direttore generale dell’ente. Nomina contestata dall’opposizione di centrodestra, tanto da generare un esposto alla Corte dei Conti.

Il contenzioso che ne è nato ipotizzava l’illegittimità della nomina per difetto di titoli, e quindi il conseguente danno erariale riferibile agli anni 2014-2017, per un totale di oltre 273mila euro. In pratica l’intero periodo in cui il direttore generale è rimasto in carica.

La Corte, però, ha ribaltato le tesi della Procura, riconoscendo che la decisione di Canfora di nominare un direttore generale rientrava nelle sue prerogative nel quadro di norme allora vigente, non ha violato il patto di stabilità interno e proprio per questo non si può configurare a suo carico la colpa grave. Inoltre, il professionista incaricato vantava un’esperienza lavorativa pluriennale sufficiente a giustificare la nomina.

Nomina dg Provincia: Corte dei Conti proscioglie l’ex presidente Canfora

L’ex presidente della Provincia Giuseppe Canfora poteva nominare il direttore generale dell’ente, secondo le norme vigenti nel 2014. Lo ha stabilito la Corte dei Conti, accogliendo la tesi difensiva dell’avvocato Gaetano Paolino.

Pubblicato da Liratv su Mercoledì 6 novembre 2019

Related posts