Voi siete qui
Pagani: Anna Rosa Sessa si dimette da sindaco facente funzioni Cronaca 

Pagani: Anna Rosa Sessa si dimette da sindaco facente funzioni

È un duro j’accuse sotto forma di scuse alla città di Pagani, la lunga lettera con cui Anna Rosa Sessa ha rassegnato le sue dimissioni da sindaco facente funzioni nelle mani della segretaria generale del Comune dell’agro, Ivana Perongini.

Sessa, che aveva sostituito Alberico Gambino all’indomani della sua decadenza dalla carica di primo cittadino, non risparmia critiche a nessuno, denunciando l’immobilismo cronico ed il clima pesante a palazzo San Carlo, tale da non consentirle più di traghettare l’amministrazione paganese nemmeno alle prossime elezioni di primavera.

La decisione di Sessa, braccio destro di Gambino e sua fedelissima della prima ora, s’abbatte come una scure sui ragionamenti in corso per riportare l’ex sindaco e consigliere regionale sullo scranno più alto di Palazzo San Carlo, dopo la sentenza che ne ha dichiarato la decadenza per incandidabilità seguita ad una trascorsa vicenda giudiziaria.

Anna Rosa Sessa spiega alla segretaria comunale di averle provate tutte per tenere la barra dritta sui conti, sulle società partecipate, sulla legittimità degli atti amministrativi, sul controllo delle spese per evitare che tutto fosse fagocitato dai personalismi e dalle esigenze della macchina elettorale.

La sindaca dimissionaria chiede pubblicamente scusa alla città e agli assessori che nel tempo si sono sfilati dalla giunta, dimettendosi o essendone allontanati, condividendone il disappunto ed il disagio che oggi hanno portato lei stessa a mollare tutto.

Con le dimissioni di Anna Rosa Sessa il consiglio comunale di Pagani dovrebbe sciogliersi ufficialmente, lasciando l’ordinaria amministrazione al commissario prefettizio che dovrà curare la preparazione alla prossima tornata elettorale.

Pagani: Anna Rosa Sessa si dimette da sindaco facente funzioni

In una lunga lettera al segretario generale del Comune di Pagani, Anna Rosa Sessa spiega perché ha deciso di dimettersi da sindaco facente funzioni.

Pubblicato da Liratv su Lunedì 17 febbraio 2020

Related posts