Voi siete qui
Salernitana a caccia del poker a Venezia, dubbio a destra Sport 

Salernitana a caccia del poker a Venezia, dubbio a destra

Le prove effettuate in questi giorni restano nel cassetto, almeno in partenza. Ma potrebbero tornare utili a gara in corso o in futuro. A Venezia sarà ancora 3-5-2 per la Salernitana che ha sfruttato la sosta per lavorare anche su altre soluzioni tattiche. Saper interpretare più di un modulo, e quindi aumentare le capacità della squadra, è un obiettivo fissato da Ventura che per il momento, però, non cambia. I risultati premiano il lavoro fin qui svolto, soprattutto in trasferta dove i granata hanno la possibilità di centrare il record di quattro vittorie consecutive.

La sosta consegna anche un Patryk Dziczek in evidenza, titolare ieri con la Polonia under 21 nella partita vinta per 1-0 sulla Serbia. Il centrocampista, che non ha ancora esordito con la maglia della Salernitana, conferma di essere uno dei punti fermi della sua nazionale, in testa al girone E con 10 punti in 4 partite. Ventura sta gestendo con attenzione Dziczek e pensa di inserirlo non appena lo riterrà pronto per il nostro campionato.

Intanto a centrocampo Di Tacchio è sicuro del posto. Ai suoi lati, con Akpa Akpro ancora indisponibile, sono in corsa per due maglie Odjer, Maistro e Firenze. Quest’ultimo potrebbe essere dirottato sulla fascia destra qualora le condizioni di Cicerelli non dovessero migliorare nelle prossime ore. Lombardi è tornato a disposizione ma difficilmente verrà schierato titolare. Kiyine torna a sinistra dopo aver giocato nell’ultima partita come mezzala. Pochi dubbi in difesa e in attacco. Jallow ha recuperato dall’infortunio ma partirà dalla panchina. In campo ci saranno ancora Giannetti e Djuric. Davanti a Micai confermati Karo, Migliorini e Jaroszynski.

Related posts