Voi siete qui
Salernitana, per la Gazzetta dello Sport è fuori dalla griglia delle favorite Sport 

Salernitana, per la Gazzetta dello Sport è fuori dalla griglia delle favorite

Dopo il 7 in pagella rimediato la scorsa settimana per quanto fatto nel corso dell’estate, la Salernitana stavolta non viene nemmeno citata dalla Gazzetta dello Sport che, alla vigilia dell’inizio del campionato di Serie B, ipotizza una possibile griglia di partenza per il torneo cadetto (che quest’anno inizierà in contemporanea con Serie A e Serie C).

La “rosa” predispone una starting grid con una favorita, tre rivali principali e cita anche sei possibili sorprese, ma tra queste 10 squadre che potrebbero puntare sulla carta al salto di categoria non individua la Salernitana (forse anche per la scoppola rimediata in Coppa a Lecce).

“Sicuri, come sempre, che alla fine il campo ci smentirà – scrive Nicola Binda per la Gazzetta dello Sport – in Serie B si puntano i riflettori sull’Empoli, che dopo la retrocessione ha venduto molto bene e si è rinforzato di conseguenza. Ma la candidatura degli uomini di Bucchi non è netta rispetto alle rivali. Il Benevento è lì, Cremonese e Frosinone attendono gli ultimi innesti e saranno comunque da vertice. Ma siccome a queste latitudini di certezze ce ne sono sempre ben poche, il plotone di outsider è bello vasto, con tecnici di qualità che saranno un valore aggiunto. Vogliamo dimenticare il Cittadella, arrivato a 20’ dalla A la stagione scorsa? Assolutamente no. Ci sono Crotone e Pescara in buona evidenza, squadre fresche e con la dovuta calibratura per la B. Perugia e Spezia sono ancora da ultimare sul mercato ma in zona playoff ci staranno ancora. Non dispiace il nuovo Ascoli, che potrebbe essere la vera rivelazione con Paolo Zanetti. Insieme, ovvio, a una neopromossa: stuzzicano Pisa, Entella e Pordenone”.

E la Salernitana? Dei granata in questa griglia di partenza non c’è traccia. Visto il rendimento offerto in B dal team di Lotito e Mezzaroma negli scorsi anni è difficile dar torto all’autore dell’articolo. Il compito di smentire i pronostici della vigilia spetterà soltanto a Ventura e ai suoi ragazzi.

Related posts