Voi siete qui
Salernitana, visite mediche al Check Up per Mantovani e Schiavi Sport 

Salernitana, visite mediche al Check Up per Mantovani e Schiavi

Umori opposti, espressioni facciali ben diverse per i due calciatori della Salernitana che stamattina si sono sottoposti alla visite mediche. Di buon’ora al Check Up, accolti da Giuseppe Magliano, si sono presentati Raffaele Schiavi e Valerio Mantovani.

Quest’ultimo, alle prese con acciacchi fisici in via di risoluzione (e che hanno richiesto un supplemento di terapie a Roma), dopo aver ottenuto l’idoneità alla pratica sportiva per la stagione 2019/20 ha raggiunto i compagni nel ritiro di San Gregorio Magno, dove dovrà comunque seguire un protocollo personalizzato. Mantovani, giunto a Salerno nell’estate del 2016 dopo aver fatto la trafila delle giovanili tra Roma e Torino, è alla sua quarta stagione in granata. Nel tempo il centrale capitolino si è imposto come elemento affidabile, passando dalle 13 presenze del suo primo anno tra i “grandi”, alle 26 della passata stagione (incluse le due sfide play out col Venezia giocate da titolare). Mantovani ha altri due anni di contratto e, pur sapendo che quest’anno la concorrenza nel reparto (che già può contare su Migliorini, fresco di rinnovo fino al 2021, Gigliotti e Billong e che a breve dovrebbe ulteriormente rimpinguato con Bianchetti) è convinto di potersi ritagliare il suo spazio anche nel prossimo campionato.

Al contrario, Raffaele Schiavi, non convocato per il ritiro di San Gregorio Magno, a 33 anni sarà quasi certamente chiamato a rimettersi in discussione. Il metelliano, legato al club granata solo per un’altra stagione, non rientra nei piani della società e dovrà trovare collocazione sul mercato (su di lui pare si sia registrato l’interesse di Juve Stabia, Ascoli, Cosenza e Pordenone). Schiavi negli ultimi anni ha avuto qualche problema fisico di troppo, che ne ha penalizzato inevitabilmente il rendimento, ma è convinto di poter ancora dire la sua in Serie B. Fino a venerdì gli “esodati” (oltre al centrale di Cava il discorso vale anche per Rosina, Mazzarani, Perticone e Signorelli) si sottoporranno alle visite mediche, dalla settimana prossima dovrebbero poi iniziare a lavorare in città (tra Volpe e Mary Rosy) con un preparatore che la società dovrà comunque mettergli a disposizione, visto che si tratta di giocatori ancora sotto contratto. Almeno fin quando non troveranno sistemazione.

Related posts