Voi siete qui
Sanità, la rivoluzione della Regione Campania va avanti Cronaca 

Sanità, la rivoluzione della Regione Campania va avanti

Il nuovo Governo vuole togliere i poteri commissariali alle Regioni, proprio ora che qualcuno, come il sottoscritto, sta ripulendo la sanità” – è l’amaro commento del Presidente della Giunta Regionale, Vincenzo de Luca, ancora una volta scagliatosi contro quella politica politicante sempre pronta ad azionare il freno a mano quando qualcosa comincia a funzionare. A parlare sono i numeri, quelli della rivoluzione avviata dal Governatore dal suo insediamento a Palazzo S.Lucia. Un lavoro quotidiano che ha portato già ad una sensibile risalita per quanto riguarda la griglia Lea, ossia i Livelli Essenziali di Assistenza, oltre alla riduzione drastica dei tempi d’attesa e che porterà, entro novembre, la sanità campana fuori dal tunnel del commissariamento. Conti risanati e lavori in corso, con un primato già messo in bacheca, quello relativo alla copertura dell’esavalente, per quanto riguarda le vaccinazioni, mentre si va avanti con un vastissimo programma di investimenti per quanto riguarda l’edilizia sanitaria, oltre che per il miglioramento dei reparti. Negli ultimi giorni, l’inaugurazione dei nuovi reparti di anestesia e rianimazione a Nocera Inferiore, il taglio del nastro del nuovo reparto di oncologia a Giugliano, dove si fa anche un importante investimento per la costruzione del nuovo nosocomio, per circa 70 milioni di euro. Inoltre, ecco 15 milioni per la realizzazione di un nuovo padiglione dell’Ospedale di Nola, dove è ripartito anche il Pronto Soccorso.

Related posts