Voi siete qui
Scafati Basket, la carica di patron Longobardi: «Vogliamo essere protagonisti» Sport 

Scafati Basket, la carica di patron Longobardi: «Vogliamo essere protagonisti»

Il 7 ottobre si avvicina e Scafati vuole farsi trovare pronta all’appuntamento con l’esordio nel campionato di Serie A2. Dopo gli ultimi appuntamenti con amichevoli e tornei estivi e la presentazione ufficiale, la palla passa a coach Calvani ed al suo staff che dovranno mettere la squadra gialloblu nelle condizioni di poter far bene sin da subito in una stagione 2018/19 in cui i gialloblu puntano ad essere protagonisti.

«Siamo reduci da un buon precampionato nel quale abbiamo visto un gruppo unito, dedito al sacrificio, che denota l’ottimo lavoro dell’intero staff – ha detto il patron Nello Longobardi –. Siamo sulla buona strada, ma il 7 ottobre inizia un’altra storia, nella quale serve intelligenza e cattiveria agonistica. Mi aspetto un campionato che ci veda stabilmente nella parte sinistra del tabellone, tra le prime otto posizioni, nel quale partiamo con l’obiettivo di raggiungere le final eight di Coppa Italia. Sono speranzoso, ma dobbiamo far lavorare ancora tanto coach Calvani, che già in Svizzera, nel torneo internazionale appena disputato, ci ha mostrato una squadra competitiva, che ha affrontato alla pari una formazione di Leb Oro spagnola, che può annoverare, a differenza nostra, ben otto stranieri».

Sulla stessa lunghezza d’onda è coach Marco Calvani: «Patron Longobardi, anche stavolta, così come nelle mie due precedenti esperienze gialloblù, mi ha dato massima disponibilità e, pur avendo in tasca due contratti (quelli di Ammannato e Romeo), mi ha sempre detto che, se ritenevo opportuno fare scelte diverse, ne avremmo potuto discutere. Pensiamo di aver fatto le scelte giuste sul mercato e devo ringraziare il club per aver cercato sempre di soddisfare le mie richieste, allestendo una squadra competitiva per questo campionato. Ringrazio patron Longobardi per avermi fortemente voluto, per giunta con un contratto biennale, mostrandomi una grande stima e fiducia. Sono riconoscente nei suoi confronti e nei confronti dell’intero club. Cercheremo di fare del nostro meglio con impegno e dedizione».

«Siamo un gruppo nuovo, che sta trovando il suo assetto migliore, che ha tanto su cui lavorare, ma che già dalle prime amichevoli ha mostrato un enorme spirito di sacrificio da parte di tutti – ha sottolineato invece capitan Marco Ammannato. Il campionato è lungo, voliamo basso e dimostreremo in campo il nostro valore. Non guardo alle altre squadre, penso solo a questo gruppo, che sta giocando con intelligenza e spirito di squadra, che mi fa solo ben sperare per il futuro».

Related posts