Voi siete qui
Scafati Basket, pace fatta tra squadra e società Sport 

Scafati Basket, pace fatta tra squadra e società

Pace fatta tra squadra e società. Torna in sereno in casa Scafati Basket dopo lo scivolone di Torino, seguito da una coda polemica con il club che non ha gradito la prova offerta dai gialloblu in terra piemontese e l’atteggiamento di alcuni elementi cardine. Ieri il capitano, Nicholas Crow ha chiesto ed ottenuto un incontro con il patron Nello Longobardi. Alla riunione oltre all’intera squadra, hanno preso parte anche coach Giovanni Perdichizzi ed il general manager Gino Guastaferro. Vi è stato così un importante e prezioso momento di confronto tra il team e la proprietà del club. Tanti gli spunti di osservazione e gli argomenti trattati, che hanno condotto le parti ad una intesa tanto cercata e voluta quanto necessaria e indispensabile per portare a termine nel migliore dei modi la stagione. Il confronto dialettico ha dato vita ad un fondamentale momento critico di crescita collettiva e condivisa, nel quale ha preso il sopravvento la comune volontà di archiviare questa prima parte di stagione deludente e mettere insieme forze, sinergie ed intenti per raggiungere il massimo risultato possibile, con il lavoro costante e quotidiano, fatto di sacrificio, dedizione ed impegno. Bando alle chiacchiere, dunque, e spazio ai fatti, quelli concreti, fatti di prestazioni ragguardevoli e risultati autorevoli, possibilmente già a partire dalla sfida di domenica con la capolista Biella, con l’obiettivo di ridare un senso al campionato, puntare a risalire la china in classifica e soprattutto a ricostruire un forte legame affettivo con i tifosi, invogliandoli a gremire gli spalti del PalaMangano e a continuare a sostenere incessantemente i colori gialloblù.

«Abbiamo voluto ed ottenuto un incontro con il patron, che si è rivelato molto positivo – ha poi detto il capitano Nicholas Crow –. Siamo riusciti a tirare fuori e a chiarire un mucchio di cose che in questi mesi erano rimaste un po’ sommerse da incomprensioni e risultati negativi e che macinavano nella testa del nostro proprietario in maniera tale da fargli vivere questa stagione in maniera non molto serena. Abbiamo chiarito tutto ciò che era doveroso chiarire. Ora vogliamo tutti voltare pagina e farlo sin da subito. Domenica contro la capolista Biella dobbiamo lanciare un messaggio importante di unione e di profondo rispetto tra squadra e proprietà».

Related posts