Voi siete qui
Sciopero Serie B, lunedì riunione dei capitani a Roma Sport 

Sciopero Serie B, lunedì riunione dei capitani a Roma

L’avvio del campionato di Serie B non è affatto scontato. Lunedì i capitani delle squadre del torneo cadetto si incontreranno a Roma. La presa di posizione dell’Assocalciatori è netta: col format a 19 squadre si corre seriamente il rischio che molti giocatori si ritrovino senza contratto a causa della cura “dimagrante” stabilita d’imperio da Figc e Lega B. Per questo motivo Tommasi, Calcagno e Grazioli stanno spingendo i diretti interessati verso una presa di coscienza del problema e, nel corso della riunione di lunedì a Roma, si valuterà seriamente l’ipotesi di fermare l’inizio del campionato in segno di protesta contro la decisione di non integrare l’organico della cadetteria con i ripescaggi.

La Serie B a 19 squadre in questo modo e con queste tempistiche sicuramente non è un bene per noi – lo ha affermato Damiano Tommasi, presidente dell’Aic, ai microfoni della Rai –. L’auspicio è che si possa tornare al più presto a fare i ripescaggi e poi ragionare eventualmente sulla riforma del sistema professionistico. Purtroppo – ha concluso Tommasi – il Commissario ha optato per questa soluzione che crea un precedente e mette in difficoltà tutto il sistema con rischio di ricorsi che non si sa dove ci porteranno. Credo che la cosa più giusta sia far slittare i campionati e aspettare che si definisca tutto l’iter giudiziario rispetto alla squadre che hanno per loro iniziativa fatto ricorso e cercato di essere riammesse”.

Cosa farà la Lega di B di fronte allo sciopero dei calciatori? Rinvierà la giornata? Improbabile, anche perché qualche club potrebbe decidere di mandare in campo la squadra Primavera e a quel punto non tutti i calciatori sciopererebbero. D’altronde, tutte le società hanno voluto la B a 19 (prenderanno 700.000 euro in più ciascuna) e adesso vogliono fare iniziare il campionato come da calendario. Ci potrebbe essere uno scontro coi loro calciatori. Il 7 settembre intanto si pronuncerà il collegio di garanzia del Coni (che ieri ha respinto un altro ricorso della Ternana, oggi s’è rifatta sentire anche la Pro Vercelli): se Frattini ammetterà i ripescaggi, la B potrebbe andare a 24-25 squadre. Insomma, un bel caos.

Related posts