Voi siete qui
Scuola, ecco le date per l’anno 2018-2019 Cronaca 

Scuola, ecco le date per l’anno 2018-2019

Le scuole in autonomia possono modificare il calendario approvato dalla Regione Campania

Neanche il tempo di chiudere l’attuale anno scolastico che già si pensa al prossimo. Come è giusto che sia perché quelle didattiche sono attività da programmare per tempo. La giunta regionale della Campania ha approvato il calendario scolastico 2018/19.

La campanella l’anno prossimo suonerà per la prima volta mercoledì 12 settembre. Le lezioni si concluderanno sabato 8 giugno 2019. Il termine per la scuola dell’infanzia è fissato per sabato 29 giugno.

Sono queste le indicazioni di massima stabilite a livello regionale ma è giusto precisare che ogni istituto scolastico, nella sua autonomia, può variare il calendario entro certi limiti. Ad esempio una scuola può anticipare, per un massimo di tre giorni, la data di inizio delle lezioni per esigenze specifiche, come la vocazione turistica del territorio. Oppure può sospendere le lezioni, massimo per tre giorni, per esigenze derivanti dal piano dell’offerta formativa. Ricordando che la scuola può optare per la settimana corta e quindi articolare le lezioni su cinque giorni anziché sei, sempre nel rispetto del monte ore totale.

Le attività didattiche si svolgeranno in 203 giorni feriali. Tolte le festività nazionali e quella del santo patrono della città, sono state stabilite altre sospensioni. Le scuole resteranno chiuse il 2 e 3 novembre per la commemorazione dei defunti.

Nel 2019 lezioni sospese il 4 e 5 marzo per Carnevale come il 26 e 27 aprile per il ponte dopo la Festa della Liberazione. Le vacanze natalizie andranno da lunedì 24 dicembre 2018 a sabato 5 gennaio 2019. Si tornerà quindi nelle aule lunedì 7 gennaio. Le vacanze pasquali si svolgeranno da giovedì 18 aprile a mercoledì 24 aprile.

Confermate le celebrazioni del giorno della memoria per la Shoah (27 gennaio), del giorno del ricordo per le vittime delle foibe (10 febbraio) e della festa della legalità istituita il 19 marzo dalla Regione Campania in ricordo dell’uccisione di don Peppino Diana.

Related posts