Voi siete qui
Serie B, nuovi colpi di scena Sport 

Serie B, nuovi colpi di scena

Trovare una via d’uscita per la caotica situazione che è stata creata per la serie B è diventata ormai un’impresa ardua. La vicenda ha assunto dei contorni grotteschi, soprattutto dopo i due nuovi colpi di scena che risalgono a ieri pomeriggio. Il primo paradosso arriva dalla novità della penalizzazione del Cesena e che di fatto riabilita l’Entella. In pratica il Collegio di Garanzia dello Sport del Coni ha accettato il ricorso dei liguri, determinando che la “sanzione afflittiva irrogata al Cesena sia eseguita nel campionato 2017-2018”. Tutto questo comporta che con quei 15 punti di penalizzazione ai romagnoli nell’ultimo torneo di Serie B, l’Entella può mantenere il suo posto in cadetteria. Di conseguenza, la squadra ligure sarebbe ripescata in automatico, portando, per ora, a 20 il numero delle squadre di serie B. C’è però un problema, non di poco conto, da affrontare: rispetto alle altre 5 squadre che hanno presentato ricorso contro il blocco dei ripescaggi, infatti, i liguri hanno esordito domenica scorsa nel campionato di Serie C (vincendo tra l’altro con il Gozzano). Oltre a questo, però, ci sono anche altri rebus da sciogliere. Al provvedimento dei giorni scorsi del Tar del Lazio, che aveva accolto i ricorsi di Pro Vercelli e Ternana, dando speranze, così, pure a Siena, Catania e Novara, ed al quale erano seguite le istanze di Figc e Lega B, si è aggiunta la decisione di ieri della sezione Prima Ter dello stesso Tar che ha sospeso la sua precedente sospensione.
In sostanza, il Tribunale amministrativo regionale non ha fatto altro che autosmentirsi, dando l’ok per la prosecuzione “regolare” (si fa per dire) del torneo di B, che tra una cosa e l’altra nel frattempo si appresta a disputare la quarta giornata. E così, le udienze inizialmente fissate dal Collegio di Garanzia per venerdì 21 e lunedì 24, sono state slittate a venerdì 28 settembre (ore 14.30), esattamente due giorni dopo la pronuncia prevista del Tar sui ricorsi di Pro Vercelli e Ternana. In base a quella decisione, allora, il Coni dovrà scegliere come muoversi. E un’ulteriore udienza è in programma il primo ottobre (ore 14), per il riesame dei giudizi sui ricorsi di Ternana, Pro Vercelli e Siena nel caso in cui il Collegio dovesse assumere “una decisione tale da determinarne la relativa reviviscenza”.

Related posts