Voi siete qui
Sgombero ed abbattimento case abusive a Pontecagnano: è solo la prima fase Cronaca 

Sgombero ed abbattimento case abusive a Pontecagnano: è solo la prima fase

Sono 25 gli alloggi abusivi costruiti in via dei Navigatori, sulla litoranea di Pontecagnano, che ieri il Comune ha fatto liberare, demolendoli e decidendo di bonificarli dall’amianto. Una stretta voluta dall’amministrazione comunale per ripristinare la legalità in un territorio fortemente condizionato da fenomeni di abusivismo, furti e prostituzione.

Le immagini che avete visto al LiraTg le ha girate con il suo telefonino una delle persone sgomberate. Quando ha visto arrivare le ruspe non ha trattenuto la propria rabbia. Alla sua famiglia avevano detto che gli abbattimenti sarebbero iniziati dal lotto vicino, invece ieri si è deciso di procedere a tappeto. Al di là del malessere di queste persone, va detto che quella situazione- cresciuta a dismisura su terreni donati alla Chiesa- non era più tollerabile. Un degrado da favela brasiliana a due passi dalle vie del turismo internazionale e condizioni di vita precarie per gli stessi occupanti non potevano essere più ignorate. 

Il sindaco Giuseppe Lanzara ha voluto ringraziare le Forze dell’Ordine e auspica che tutti i cittadini collaborino nelle prossime operazioni. «Intervenire sugli insediamenti abusivi e ripristinare la legalità è il nostro obiettivo in questa e nelle fasi che seguiranno. L’utilizzo improprio di beni altrui rischia di diventare una polveriera sociale che noi dobbiamo scongiurare- afferma Lanzara. Perché solo una città fondata sul rispetto delle regole può e deve diventare una città più vivibile, più prospera e più sicura».

Related posts