Voi siete qui
Sicurezza scuole, la denuncia del Codacons rispetto alle norme antisismiche Cronaca 

Sicurezza scuole, la denuncia del Codacons rispetto alle norme antisismiche

Ecco come misurare la sicurezza della scuola dei propri figli. Con l’inizio dell’anno scolastico il Codacons ricorda i numeri di una vera e propria emergenza.

Degli istituti scolastici che esistono in provincia di Salerno, 114 sono situati in una zona a bassa pericolosità; ma solo uno di questi presenta un piano di adeguamento alle norme antisismiche. Sono, invece, 480 le scuole collocate in un’area di rischio medio alta, di queste solo 33 sono dotate di progetti di adeguamento.

E’ uno dei dati più interessanti di quelli che il Codacons ha voluto somministrare alla stampa per far capire perché, in materia di sicurezza scolastica, dalle nostre parti siamo ancora prossimi all’anno zero. Secondo l’associazione dei consumatori si fa fatica a garantire scuole sicure o quantomeno pienamente a norma. Ci si riferisce soprattutto all’aspetto legato ad eventuali eventi sismici: nel Salernitano sono 612 le scuole esposte al pericolo terremoti – 18 quelle ad alto rischio – tutte sprovviste di ogni adeguamento alle norme antisismiche.

Non a caso – sempre secondo il Codacons – sono stati registrati fortissimi ritardi in Campania per la regolamentazione della materia. Il piano straordinario per la messa in sicurezza degli edifici scolastici, depositato il 10 settembre dalla sezione centrale di controllo della Corte dei conti – e previsto da una legge statale entrata in vigore 16 anni fa – riporta delle cifre che mettono in luce «l’inadeguatezza delle risorse finanziarie disponibili in relazione al fabbisogno stimato e all’urgenza degli interventi affermata dal legislatore».

Related posts