Voi siete qui
Successione a Mons. Moretti: toto-nomine sul prossimo Arcivescovo di Salerno Cronaca 

Successione a Mons. Moretti: toto-nomine sul prossimo Arcivescovo di Salerno

L’unica notizia certa, nel toto-nomine che si è scatenato sulla successione a Mons. Moretti, è che l’attuale vescovo di Salerno- benché dimissionario- resterà in carica almeno fino alla prossima ordinazione sacerdotale, in agenda nell’ultima settimana di giugno. Un evento al quale Moretti tiene tantissimo, al punto da fissarlo con largo anticipo forse proprio con l’obiettivo di stoppare le voci sul suo imminente passaggio alla chiesa di San Giuseppe Lavoratore come viceparroco di don Natale Scarpitta.

Sembra tramontare, ma con Papa Francesco nulla è scontato, il nome di Luigi Renna, attualmente vescovo della diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano. Il nome del prelato pugliese sta circolando da una settimana, complice l’anticipazione di un sito d’informazione salernitano. Ma dagli approfondimenti in corso, pare che l’indicazione sia giusta per metà: ovvero, in predicato di sostituire Moretti c’è effettivamente anche un Vescovo pugliese, ma non sarebbe Mons. Renna.

Il Mattino oggi in edicola batte pure la pista romana. Fonti consultate dalla nostra redazione, ritengono possibile una nomina di Curia capitolina, ovvero un uomo fidato e capace di tenere salde le redini della diocesi salernitana. Più facile che si tratti di un prelato di rango, magari di origini campane, più vicino ai territori da seguire nella missione pastorale. In questo senso, l’identikit potrebbe corrispondere ai vescovi Filippo Iannone ed Ernesto Mandara.

Ma- com’è ovvio- il Pontefice può scegliere anche tra i semplici sacerdoti. E papa Bergoglio ha dimostrato in più occasioni di voler agire secondo coscienza, piuttosto che secondo protocollo.

Related posts