Dopo vent’anni al Comune di Salerno si aggiornano gli accordi sui canoni concordati

Sgravi per i proprietari e fitti più leggere in tutte le zone della città per chi aderirà agli accordi. La novità più interessante è l’abolizione di tutte le fasce del precedente accordo, quello del 1999. La città di Salerno era stata suddivisa in zone di pregio, privilegio e di degrado. Sulla base di questa rudimentale classificazione, il canone di affitto di un alloggio poteva variare a seconda delle caratteristiche del quartiere, generando- talvolta- delle distorsioni. A distanza di vent’anni dalla prima intesa sui contratti concordati venuti fuori dopo l’abolizione dell’equo…

Continua