Voi siete qui
Documenti falsi per raggirare la banca: Finanza arresta anziano truffatore Cronaca 

Documenti falsi per raggirare la banca: Finanza arresta anziano truffatore

Usava documenti d’identità falsi per truffare la banca: arrestato dalla Guardia di Finanza un napoletano ultrasettantenne. È accaduto nel Cilento. Le indagini delle Fiamme Gialle sono partite dalla denuncia per truffa avanzata da un istituto bancario cilentano, dove un distinto signore, dicendo di aver fatto un investimento immobiliare in zona, si era presentato per incassare assegni per oltre 100.000 euro. Operazione che la banca ha effettuato regolarmente, salvo poi accorgersi che l’anziano aveva provveduto subito a smistare i soldi su conti correnti riconducibili a prestanome, prima di far perdere le…

Continua
Capitali frutto di bancarotta riciclati nell’edilizia: cinque arresti in Cilento Cronaca 

Capitali frutto di bancarotta riciclati nell’edilizia: cinque arresti in Cilento

Un’associazione per delinquere, operativa nel Cilento, interamente dedita al reimpiego nel settore edile dei capitali accumulati negli anni con operazioni di bancarotta. E’ quanto hanno scoperto i finanzieri in indagini coordinate dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Vallo della Lucania. In manette è finito anche un carabiniere infedele, in servizio presso la stazione di Ascea. Tutto è cominciato un anno fa, con intercettazioni che hanno svelato come il meccanismo. All’inchiesta hanno collaborato anche i carabinieri della compagnia di Vallo diretti all’epoca degli accertamenti dal capitano Mennato Malgieri. Mentre…

Continua
GdF, in corso arresti e perquisizioni nel Cilento per bancarotta fraudolenta Cronaca 

GdF, in corso arresti e perquisizioni nel Cilento per bancarotta fraudolenta

I finanzieri del Comando Provinciale di Salerno, su disposizione della Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, sono impegnati dalle prime luci dell’alba nell’esecuzione di 11 perquisizioni, di un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di cinque persone, del sequestro di beni per un valore stimato di oltre dieci milioni di euro. L’associazione disarticolata, operativa nel Cilento, era dedita al reimpiego nel settore edile dei capitali accumulati negli anni con delle operazioni di bancarotta.

Continua
Guardia Costiera salva tre diportisti al largo di Agnone, in Cilento Cronaca 

Guardia Costiera salva tre diportisti al largo di Agnone, in Cilento

Una motovedetta dal Circondario Marittimo di Agropoli ha tratto in salvo tre persone al largo di Agnone, in Cilento. Ieri sera erano a bordo di un natante a vela, quando per un’avaria ne hanno perso il controllo iniziando ad imbarcare acqua. I diportisti, in balia delle onde, sono riusciti ad allertare la Capitaneria di Porto – Guardia Costiera, che rapidamente è giunta nello specchio di mare antistante Agnone trainando l’imbarcazione in porto. Per le tre persone a bordo non è stato necessario il ricordo alle cure mediche.

Continua
Allarme cinghiali: Vallo di Diano e Alburni sotto assedio Cronaca Curiosità 

Allarme cinghiali: Vallo di Diano e Alburni sotto assedio

È sempre più allarme cinghiali a sud della provincia di Salerno. Il Vallo di Diano è sotto assedio: le incursioni devastano campi di mais quasi pronti alla trebbiatura. Coldiretti chiede la revisione del piano per gli abbattimenti. Ogni ettaro colpito si traduce in 600 quintali di mais persi, mancata produzione e migliaia di euro in fumo. Il direttore di Coldiretti Enzo Tropiano ha visitato gli allevatori colpiti dalla furia dei cinghiali a Buonabitacolo, Padula, Sala Consilina e Sanza: «Ormai è una calamità – spiega – Non c’è più tempo da perdere:…

Continua
Auto contro albero, muore 22enne ad Ogliastro Cronaca 

Auto contro albero, muore 22enne ad Ogliastro

Ancora un incidente mortale sulle strade salernitane. A perdere la vita un 22enne originario di San Giuseppe Vesuviano all’alba ad Ogliastro Marina, nel Cilento. Il giovane era con un amico in auto quando, per cause da accertare, si è schiantato con la vettura contro un albero a bordo strada. All’arrivo dei soccorsi il 22enne era già morto. In gravi condizioni l’amico, ricoverato presso l’ospedale San Luca di Vallo della Lucania in prognosi riservata.

Continua
B&B nel Cilento, GdF scopre evasione milionaria Cronaca 

B&B nel Cilento, GdF scopre evasione milionaria

Un’evasione fiscale da oltre un milione di euro che vede coinvolti “B&B” e “case vacanze” del Cilento, è stata scoperta dai finanzieri di Agropoli (Salerno) che, nell’ambito dell’operazione “Bed & Black” hanno individuato 65 appartamenti e 3 “bed & breakfast” sprovvisti di autorizzazioni. Incrociando gli elenchi comunali e gli annunci sul web sono stati scoperti in particolare due fratelli di Agropoli che avrebbero sottratto all’Erario 270mila euro (hanno affittato 29 mini-appartamenti in località Licinella di Capaccio – Paestum) e due famiglie di Santa Maria di Castellabate, proprietarie di ben 22…

Continua
Morte Gautier, Pellegrino: «Non possiamo far passare il messaggio che il Cilento non sia un luogo sicuro» Cronaca 

Morte Gautier, Pellegrino: «Non possiamo far passare il messaggio che il Cilento non sia un luogo sicuro»

«Quella di Simon Gautier è stata una tragedia, che ci addolora molto, ma non possiamo far passare il messaggio che il Cilento non sia sicuro»: così Tommaso Pellegrino sulle polemiche scaturite nei giorni scorsi dopo quanto accaduto al giovane turista francese.

Continua
Simon morto per emorragia poco dopo la telefonata: si aspettano conferme dall’autopsia Cronaca 

Simon morto per emorragia poco dopo la telefonata: si aspettano conferme dall’autopsia

Simon Gautier sarebbe morto a causa di un’emorragia, tre quarti d’ora dopo la disperata chiamata al 118: è questa la prima ipotesi emersa dall’esame esterno del medico legale sul corpo del turista francese, recuperato nella mattinata di ieri. A chiarire ogni dettaglio però saranno i risultati dell’autopsia effettuata all’Ospedale di Sapri, che dovrà fare luce su quanto accaduto nelle ore successive a quell’ultima telefonata del 9 agosto scorso, in cui il turista francese chiedeva disperatamente aiuto. Simon era finito in una scarpata, dopo aver perso il sentiero nella zona di…

Continua
Dopo il lutto per Simon, arriverà il tempo della chiarezza e delle indagini Cronaca 

Dopo il lutto per Simon, arriverà il tempo della chiarezza e delle indagini

Con poche parole, nel suo incerto italiano, Simon Gautier comunicava al 118 di essere caduto in una scarpata. È il 9 agosto scorso, ed il ragazzo francese è appena rovinato per decine di metri in un crepaccio di Belvedere Ciolandrea, nel territorio di San Giovanni a Piro. All’operatrice che lo incalza per capire dove fosse, l’escursionista non sa dire altro che dal punto in cui si trova vede il mare e che era diretto da Policastro verso Napoli. Poi, il suo cellulare resta muto nelle nove ore successive alla chiamata…

Continua