Voi siete qui
La Corte di Appello traslocherà negli uffici della Cittadella giudiziaria dal prossimo 3 febbraio Cronaca 

La Corte di Appello traslocherà negli uffici della Cittadella giudiziaria dal prossimo 3 febbraio

Prima, però, c’è  l’inaugurazione dell’anno giudiziario, il 1 febbraio, sempre in via Dalmazia Ancora un paio di settimane e poi la Corte di Appello traslocherà negli uffici della Cittadella giudiziaria di via Dalmazia. È stato diramato dalla presidente Iside Russo il crono-programma dei lavori. Prima, però, c’è l’impegno con l’inaugurazione dell’anno giudiziario, fissato per sabato primo febbraio nella nuova struttura disegnata dall’archistar Chipperfield. Con l’autorizzazione al trasloco degli uffici, scatta anche la sospensione delle udienze delle tre sezioni penali a partire dal 3 febbraio e, comunque, non oltre l’8 marzo,…

Continua
Femminicidio di Cava, perizia psichiatrica per il marito di Nunzia Maiorano Cronaca 

Femminicidio di Cava, perizia psichiatrica per il marito di Nunzia Maiorano

Sarà sottoposto a perizia psichiatrica Salvatore Siani, che la mattina del 23 gennaio 2018 uccise, con 46 coltellate, la moglie, Nunzia Maiorano, davanti al figlioletto di cinque anni. Condannato a 30 anni in primo grado, per il barbiere di Cava dè Tirreni ieri si è aperto il processo di secondo grado. Nel corso dell’udienza i suoi legali hanno chiesto ed ottenuto la perizia psichiatrica per l’uomo che avrebbe, secondo la tesi della difesa, ucciso la moglie perché capace di intendere e di volere. Circostanza, sempre secondo la tesi dei difensori,…

Continua
Abusi su un minore nel centro estetico di Cava, assolti i tre indagati Cronaca 

Abusi su un minore nel centro estetico di Cava, assolti i tre indagati

Sono stati assolti i tre uomini accusati di violenze su un minore in un centro massaggi di Cava de’ Tirreni. I giudici della Corte D’Appello hanno ribaltato la sentenza di primo grado. Nessuna violenza sul ragazzino, all’epoca dei fatti 17enne. Decisive sono gli accertamenti condotti dagli avvocati difensori dei tre indagati. E’ stata l’analisi dei tabulati telefonici a consentire di ricostruire i rapporti tra il 17enne ed i presunti molestatori, dimostrando che numerosi messaggi furono inviati dalla presunta vittima agli indagati che, secondo l’accusa, ne abusarono in gruppo. Al centro…

Continua