Voi siete qui
Morte del 13enne di Pellezzano, tre medici accusati di omicidio colposo Cronaca 

Morte del 13enne di Pellezzano, tre medici accusati di omicidio colposo

Sono tre i medici dell’ospedale di Salerno rinviati a giudizio con l’accusa di omicidio colposo e lesioni personali colpose in seguito al decesso di Alessandro Farina, di Pellezzano. La morte del 13enne risale al 27 dicembre 2017. Secondo i periti nominati dalla Procura di Salerno fu provocata da un edema cerebrale e polmonare, causato da una acuta forma chetoacidosi diabetica, una complicanza del diabete. La Procura, nel corso delle indagini, ha riscontrato omissioni dei medici e disfunzioni organizzative durante la diagnosi ed il successivo ricovero del ragazzo. E’ il 23…

Continua
Cacciatore ucciso, figlio deferito per omicidio colposo Cronaca 

Cacciatore ucciso, figlio deferito per omicidio colposo

Sembrava una battuta di caccia come tante con padre e figlio insieme ed invece la tragedia si nascondeva dietro al cespuglio. Pensando che lì ci fosse un cinghiale, il più giovane ha sparato. Mai avrebbe potuto immaginare così facendo di uccidere il padre che si era posizionato proprio dietro il cespuglio in attesa di avvistare un cinghiale. L’uomo di 55 anni, colpito al basso addome, non ce l’ha fatta. È morto in poco tempo sul posto, prima dell’arrivo dei soccorritori che non hanno potuto fare altro che accertare il decesso….

Continua
Morte del 13enne Alessandro Farina, sette medici indagati Cronaca 

Morte del 13enne Alessandro Farina, sette medici indagati

Sette medici sono indagati con l’accusa di omicidio colposo e responsabilità colposa in ambito sanitario in seguito al decesso di Alessandro Farina. Il tredicenne morì il 27 dicembre 2017 all’ospedale Ruggi di Salerno. La Procura di Salerno sostiene che le sette persone indagate, per responsabilità diverse, avrebbero determinato la morte dell’adolescente. Secondo l’accusa fu fatta una diagnosi tardiva della patologia che poi non è stata curata nel modo migliore. La morte del tredicenne avvenne per un edema celebrale e polmonare, secondario a una grave forma di chetoacidosi diabetica, una complicanza…

Continua
Donna muore dopo due mesi di ricoveri tra Scafati e Nocera. La famiglia sporge denuncia Cronaca 

Donna muore dopo due mesi di ricoveri tra Scafati e Nocera. La famiglia sporge denuncia

Dopo diverse settimane di degenza tra l’ospedale di Scafati e quello di Nocera Inferiore, una 72enne è morta e la famiglia ha sporto denuncia contro i due nosocomi che l’hanno avuta in cura. La donna, operata all’addome, era stata ricoverata allo Scarlato, a quanto pare con un quadro clinico precario. Ben presto era stata trasferita all’Umberto I, dove era stata sottoposta ad un intervento presso il reparto di Chirurgia. Quindi era stata riportata a Scafati, per poi essere trasferita ancora a Nocera. Dopo circa due mesi dal primo ricovero, la…

Continua
Dramma a Salerno: uomo accusa malore in strada e muore Cronaca 

Dramma a Salerno: uomo accusa malore in strada e muore

Accusa un malore in strada e muore, nonostante i tentativi di rianimazione posti in essere dai volontari prontamente intervenuti sul posto. E’ successo nel pomeriggio in Traversa Piazza d’Armi, a Salerno. L’uomo dall’apparente età di circa 70 anni stava camminando nella zona di Torrione quando avrebbe iniziato ad avvertire un malessere. I soccorsi sono stati allertati da alcuni passanti e in breve tempo sarebbe giunta sul posto un’ambulanza della Croce Bianca. Nonostante lo sforzo dei sanitari, per il malcapitato non c’è stato nulla da fare. Poco dopo le ore 18…

Continua
Donna di Bellizzi morte per meningite, no allarmismi Cronaca 

Donna di Bellizzi morte per meningite, no allarmismi

La 49enne salernitana era affetta da precedenti patologie Dopo il caso della donna morta per meningite scatta la psicosi-contagio. A Bellizzi, dove viveva la 49enne deceduta al Cotugno di Napoli, così come a Battipaglia, dove la donna era stata ricoverata martedì scorso. Gli esperti, però, predicano sicurezza per evitare inutili allarmismi. Anche perché nei giorni scorsi era già scattata la profilassi prevista in questi casi. I familiari della signora e i sanitari entrati in contatto con lei sono stati sottoposti alla terapia antibiotica per scongiurare eventuali contagi. Sin dall’inizio le…

Continua