Voi siete qui
Scafati Basket, dopo le dimissioni di Calvani la società ha affidato a Lino Lardo il ruolo di head coach Sport 

Scafati Basket, dopo le dimissioni di Calvani la società ha affidato a Lino Lardo il ruolo di head coach

Marco Calvani non è più il capo allenatore della prima squadra iscritta al campionato di serie A2. I recenti accadimenti legati alle indagini hanno indotto il tecnico romano a presentare alla società le proprie dimissioni. La dirigenza, dopo riflessioni al riguardo, ha cercato di convincere il tecnico a conservare la guida tecnica della prima squadra, ma di fronte all’irrevocabile decisione dell’allenatore, ha dovuto accettare le sue dimissioni. La società gialloblù ringrazia il tecnico, nei confronti del quale resta impregiudicata la stima personale e professionale, per il lavoro espletato, per l’impegno…

Continua
Caso doping, lo Scafati Basket si difende Sport 

Caso doping, lo Scafati Basket si difende

La Givova Scafati ha incontrato gli organi di stampa per rappresentare la posizione societaria in ordine alla richiesta di squalifica di sei mesi per coach Marco Calvani, un anno per gli atleti Giorgio Sgobba e Gabriele Romeo e quattro anni al medico sociale dr. Andrea Inserra, mosse dalla Procura Nazionale Antidoping. Tra i presenti, hanno preso parola i due legali che si occupano della procedura, ovvero gli avvocati Vittorio D’Alessandro e Giovanni Allegro, accanto ai quali si sono presentati entrambi i medici del club Andrea Inserra e Renato Acanfora, nonché…

Continua
Scafati Basket sconfitta a Roma. La società pronta a difendersi per il presunto caso doping Sport 

Scafati Basket sconfitta a Roma. La società pronta a difendersi per il presunto caso doping

Più della seconda sconfitta esterna consecutiva rimediata a Roma e della scialba prestazione offerta sul campo della Leonis, in casa Scafati Basket a creare allarme e preoccupazione è un presunto caso di doping che potrebbe costare caro al club gialloblu. C’è il rischio, infatti, che un ingenuo post pubblicato sui social network si tramuti in una bufera. E la cosa ancora più bizzarra è che l’autore della foto e del messaggio non è un atleta alle prime armi, ma un coach esperto come Marco Calvani, finalista scudetto nel 2013 alla…

Continua