Voi siete qui
Nascondeva eroina a Capezzano, arrestato un35enne Cronaca 

Nascondeva eroina a Capezzano, arrestato un35enne

I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Salerno, coordinati dal maggiore Castellari, hanno arrestato un 35enne nigeriano con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. I militari erano stati informati della presenza, fra Via dei Greci e Capezzano, di un uomo dedito allo spaccio di droghe pesanti. Giunti in via dei Greci, lo hanno subito individuato, bloccato e perquisito. Il controllo ha dato però esito negativo. Il 35enne è stato quindi lasciato libero di andare, ma tenuto sotto controllo è stato poi beccato mentre a Capezzano, presso…

Continua
Omicidio Faucitano, arrestati i tre responsabili Cronaca 

Omicidio Faucitano, arrestati i tre responsabili

La lezione, mortale, da infliggere a Faucitano, responsabile, a loro dire, di non avere onorato il debito per droga, doveva servire anche agli altri clienti e clan del territorio. Carmine Alfano, detto «bim bum bam», 34 anni; Marcello Adini, 31anni, detto «mammone» ed il 41enne Pasquale Rizzo, sono stati arrestati ieri mattina dai carabinieri del Reparto territoriale di Nocera Inferiore su richiesta della Dda di Salerno. I tre già noti giustizia, sono accusati di omicidio e porto abusivo di armi, con l’aggravante del metodo mafioso-camorristico. Sono loro, a vario titolo,…

Continua
Spaccio di droga a Campagna, blitz dei carabinieri Cronaca 

Spaccio di droga a Campagna, blitz dei carabinieri

Coltivazione e spaccio di marijuana, danneggiamento aggravato e detenzione e porto illegale di armi. L’associazione criminale assicurata alla giustizia dai carabinieri di Eboli, coordinati dalla Procura di Salerno, che agiva principalmente su Campagna, era composta da giovanissimi che «con fare da imprenditori avevano messo su piantagioni di marijuana, organizzando ogni cosa» ha chiarito il procuratore capo di Salerno, Corrado Lembo. Ventisette le persone colpite, all’alba, da misure restrittive. In carcere sono finiti Antonino Busillo e Gaetano Ielmi, promotori dell’organizzazione. Dieci indagati sono ristrette ai domiciliari. 15, invece, sottoposti ad obbligo di…

Continua