Matrimoni con migranti per i permessi di soggiorno: settanta nei guai

I matrimoni erano finti, ma per un «sì» servivano soldi veri. Dai 5 ai 10mila euro. L’obiettivo della messa in scena era permettere ad extracomunitari irregolari di ottenere il permesso di soggiorno in Italia. L’operazione conclusa questa mattina dai carabinieri della Compagnia di Battipaglia si chiama Unioni di Fede. Le misure cautelari ottenute dalla Procura di Salerno ed eseguite all’alba sono sette: 1 un carcere, 1 agli arresti domiciliari e 5 obblighi di dimora. Gli indagati sono 70. L’agenzia di falsi matrimoni attiva, stando a quanto afferma una degli indagati,…

Continua