Voi siete qui
Le indagini che hanno portato al sequestro di beni di Ciro Barba e di sua moglie mettono a fuoco i vasti interessi dell’imprenditore nocerino Cronaca 

Le indagini che hanno portato al sequestro di beni di Ciro Barba e di sua moglie mettono a fuoco i vasti interessi dell’imprenditore nocerino

Molti dei prestanome scelti da Ciro Barba per le società a lui riconducibili neanche sapevano di essere intestatari di quote. Né che dovessero occuparsi- sulla carta- di costruzioni o agroalimentare. In tanti casi, anzi, le persone scelte non avevano alcuna esperienza in quei settori. Secondo la Procura di Nocera e la Guardia di Finanza, Barba aveva studiato un meccanismo per evitare di incorrere nelle interdittive antimafia. Condannato per associazione camorristica e poi riabilitarlo, pagava dazio per essere figlio di Giuseppe Barba, detto ‘o flaviano, esponente della Nco. Assessore al Comune…

Continua
Frode fiscale nei carburanti: cinque arresti e sequestri per 48 milioni Cronaca 

Frode fiscale nei carburanti: cinque arresti e sequestri per 48 milioni

Tutto è cominciato dai controlli fatti dalla Guardia di Finanza di Scafati su due società: la Carpas e la Strinoil, con sedi nell’agro nocerino sarnese. Ma c’è voluto poco alle fiamme gialle per capire che dietro i prezzi stracciati di decine di pompe bianche nel salernitano, in Campania ed in altre parti d’Italia, c’era una sistematica e colossale evasione dell’Iva. Il meccanismo era ben collaudato: per non versare l’imposta, gli ideatori della frode avevano pensato a 14 società cartiere, interposte l’una con l’altra mediante accoli del debito che passavano di…

Continua
Guardia di finanza scopre evasione da 230mila euro ad Agropoli Cronaca 

Guardia di finanza scopre evasione da 230mila euro ad Agropoli

Un’evasione fiscale da oltre 230mila euro è stata scoperta dalla Guardia di Finanza ad Agropoli. Nella rete è finito un imprenditore che guida una società per la posa della fibra ottica. Eseguito anche un sequestro preventivo per 52mila euro, su disposizione della Procura di Vallo della Lucania. Le indagini scaturiscono da accertamenti fiscali delle fiamme gialle che hanno segnalato all’Agenzia delle Entrate un imponibile sottratto a tassazione per almeno 234mila euro, per un’imposta evasa pari a 52mila euro. Dall’analisi di contabilità e dichiarazione dei redditi, sono emersi costi per noleggio…

Continua
Frode carosello nell’agro: dalle intercettazioni la verità sulle fatture false e l’Iva evasa Cronaca 

Frode carosello nell’agro: dalle intercettazioni la verità sulle fatture false e l’Iva evasa

E’ stato grazie agli appostamenti, ai pedinamenti che si è riusciti a ricostruire la rete di prestanome e dei loro capintesta che si celava dietro le società cartiere pensate per la frode carosello scoperta dalla Guardia di Finanza e dalla Procura di Nocera Inferiore. Decisive anche le intercettazioni telefoniche, che hanno messo gli inquirenti sulla strada giusta per recuperare all’erario almeno un milione e 600mila euro di Iva evasa. Alla base del meccanismo, le classiche fatture false per operazioni inesistenti, a giustificare il transito di cifre cospicue sui conti intestati…

Continua
Riciclaggio ad Agropoli: sequestrata una villa del valore di 300mila euro Cronaca 

Riciclaggio ad Agropoli: sequestrata una villa del valore di 300mila euro

Una villa del valore di circa 300mila euro è stata sequestrata dalla Guardia di Finanza ad Agropoli. Al termine di indagini coordinate dalla Procura di Vallo della Lucania, le fiamme gialle hanno scoperto una frode fiscale architettata da un napoletano già noto alla giustizia. La villa panoramica ad Agropoli era stata comprata con il denaro frutto di un giro di fatture false per compensi fittizi, e trasferito su conti correnti dell’amministratore occulto della società. La compagna dell’uomo, una agropolese con precedenti penali, aveva ricevuto numerosi bonifici su una carta prepagata…

Continua
Finanza scopre evasione fiscale da tre milioni a Cicerale Cronaca 

Finanza scopre evasione fiscale da tre milioni a Cicerale

La Guardia di Finanza di Salerno scopre un’evasione fiscale da circa 3 milioni. La Procura del Tribunale di Vallo della Lucania ha disposto il sequestro di 530mila euro nei confronti di un imprenditore di Giungano. Titolare di una società del settore carni con sede a Cicerale, avrebbe sottratto a tassazione almeno tre milioni, secondo quanto appurato dai finanzieri di Agropoli. Durante la verifica fiscale è anche emerso che il rappresentante legale dell’azienda era un mero prestanome, fra l’altro senza fissa dimora. La società, oltre ad evadere il fisco, riusciva a…

Continua
Educazione alla legalità: GdF incontra studenti a Salerno Cronaca 

Educazione alla legalità: GdF incontra studenti a Salerno

Anche quest’anno, le Fiamme Gialle salernitane incontrano gli studenti per parlare  di  legalità  economica, grazie  al protocollo d’intesa tra il Comando Generale della Guardia di Finanza ed il Ministero dell’Istruzione. I primi incontri a Salerno, con gli studenti dell’Istituto Professionale “GALILEI-DI  PALO” e del Liceo “ALFANO I”. C’è stata anche un’esibizione delle unità cinofile Antidroga delle Fiamme Gialle. Il progetto “Educazione alla legalità economica”, ormai alla settima edizione, promuove iniziative a favore degli studenti della scuola di primo e secondo grado, con interventi orientati a divulgare il concetto di sicurezza economica e finanziaria. L’obiettivo è far …

Continua
Il 29 marzo la sentenza per gli spacciatori dei licei della Salerno-bene Cronaca 

Il 29 marzo la sentenza per gli spacciatori dei licei della Salerno-bene

Spacciatori per conto di trafficanti in erba. Poco più che ragazzini, alcuni studenti dei licei della Salerno-bene quattro anni fa finirono nel mirino della Guardia di Finanza. Chieste condanne esemplari. Erano i fratelli Ciro e Giuseppe Picariello a capo del gruppo che aveva assoldato decine di studenti liceali della Salerno-bene, spesso minorenni, per vendere al dettaglio- dentro e fuori le scuole che frequentavano- la droga che loro stessi acquistavano nelle piazze di spaccio partenopee. I fratelli Picariello usavano modo spicci, a tratti violenti, incutevano timore in quei ragazzi, totalmente soggiogati…

Continua
Truffa e infedele patrocinio: avvocato salernitano interdetto per 12 mesi dall’esercizio della professione forense Cronaca 

Truffa e infedele patrocinio: avvocato salernitano interdetto per 12 mesi dall’esercizio della professione forense

Per rendere più credibile la sua truffa, l’avvocato 50enne sospeso dalla professione forense aveva perfino redatto un falso dispositivo di sentenza, con tanto di emblema della Repubblica italiana ed intestazione del Tribunale di Salerno. Il tutto per convincere un suo cliente a pagare somme di denaro. E’ quanto hanno scoperto i finanzieri di Salerno su indagini della Procura scattate dopo la denuncia del cliente raggirato. L’avvocato da oggi è sospeso per dodici mesi ed è accusato di truffa, infedele patrocinio aggravato e falso materiale. Il legale aveva prospettato al suo…

Continua
Evasione fiscale: sequestrati beni per 600mila euro a noti imprenditori Cronaca 

Evasione fiscale: sequestrati beni per 600mila euro a noti imprenditori

Sono stati i finanzieri del comando provinciale di Salerno ad eseguire un sequestro preventivo che ammonta a 600mila euro nei confronti dei titolari di una società impegnata nella grande distribuzione alimentare. Si tratta di beni che fanno capo ad una nota famiglia di imprenditori salernitani, gestori di supermercati nel capoluogo. Sono indagati, in concorso tra loro, per sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. Il provvedimento scaturisce da indagini del Gruppo delle Fiamme Gialle, coordinate dalla Procura della Repubblica. E’ emerso che per evitare il pagamento delle imposte sui redditi ed…

Continua