Voi siete qui
Spari a Cava, indagini chiuse Cronaca 

Spari a Cava, indagini chiuse

La Procura di Nocera Inferiore ha chiuso le indagini sulla sparatoria avvenuta dell’ospedale di Cava dè Tirreni. Gli indagati sono un 71enne ed un 30enne, accusati di lesioni personali. Gli inquirenti hanno ricostruito la dinamica di quanto successo il 21 ottobre nel piazzale del nosocomio. Stando alla ricostruzione dei carabinieri, il professore in pensione avrebbe esploso un colpo all’indirizzo dell’anziano che con il figlio 30enne si era recato al pronto soccorso. Il figlio della vittima, vedendo il padre a terra, si scagliò con il 71enne, riuscendo poi a sfilargli la…

Continua
Morte del 13enne di Pellezzano, tre medici accusati di omicidio colposo Cronaca 

Morte del 13enne di Pellezzano, tre medici accusati di omicidio colposo

Sono tre i medici dell’ospedale di Salerno rinviati a giudizio con l’accusa di omicidio colposo e lesioni personali colpose in seguito al decesso di Alessandro Farina, di Pellezzano. La morte del 13enne risale al 27 dicembre 2017. Secondo i periti nominati dalla Procura di Salerno fu provocata da un edema cerebrale e polmonare, causato da una acuta forma chetoacidosi diabetica, una complicanza del diabete. La Procura, nel corso delle indagini, ha riscontrato omissioni dei medici e disfunzioni organizzative durante la diagnosi ed il successivo ricovero del ragazzo. E’ il 23…

Continua
Sarno, dopo il rogo del Saretto preoccupa il dissesto idrogeologico Cronaca 

Sarno, dopo il rogo del Saretto preoccupa il dissesto idrogeologico

Ora a Sarno si temono le piogge. Il rogo che ha mandato in fiamme venti ettari di bosco sul monte Saretto ha divorato una rete di alberi che costituiva la protezione naturale contro il dissesto idrogeologico. Il Sindaco Giuseppe Canfora è preoccupato: vuole evitare che possa verificarsi un disastro come quello che 21 anni fa costò la vita ad oltre 130 persone. Sotto il versante del monte Saretto andato a fuoco ci sono numerose abitazioni e già venerdì notte è stato necessario evacuare circa 200 persone per evitare rischi. Adesso…

Continua
Operata al cuore, muore due giorni dopo a 17 anni Cronaca 

Operata al cuore, muore due giorni dopo a 17 anni

Ci sono accertamenti in corso sulla morte di una ragazzina di appena 17 anni, in seguito ad un’operazione eseguita dal cardiochirurgo Enrico Coscioni all’ospedale Ruggi d’Aragona di Salerno. Sarà l’autopsia a stabilire le cause del decesso, avvenuto a due giorni di distanza dell’intervento, nonostante i tentativi fatti dal personale medico e paramedico di salvarle la vita. E’ stato il quotidiano Le Cronache oggi in edicola a dare notizia del sequestro delle cartelle cliniche da parte dei Carabinieri e della denuncia circostanziata sporta dai genitori della 17enne. Fonti dell’Ospedale Ruggi citano…

Continua
Gautier, svolta da accertamenti su cellulare e chiamate 112 Cronaca 

Gautier, svolta da accertamenti su cellulare e chiamate 112

Simon Gautier provò a contattare anche il 112, dopo aver allertato il 118 spiegando di essere caduto in un dirupo nel Cilento e di essersi rotto entrambe le gambe. E’ quanto sarebbe emerso dagli accertamenti effettuati dalla Polizia Postale sul cellulare dell’escursionista francese. In particolare, Gautier il 9 agosto contattò prima il 118 alle ore 8.57, poi fece alcuni tentativi con il 112 intorno alle 9.15. Dieci minuti più tardi ed alle 9.50 sarebbero registrati i tentativi del 112 di richiamare il turista francese. Tentativi andati a vuoto. Se confermate,…

Continua
La salma di Simon Gautier torna in Francia. Continuano le indagini Cronaca 

La salma di Simon Gautier torna in Francia. Continuano le indagini

Nelle ultime ore a Vallo della Lucania si è tenuto in vertice fra i venti investigatori impegnati sul campo nelle indagini sulla morte del turista francese in Cilento ed il procuratore Antonio Ricci, titolare dell’inchiesta. Come promesso al padre di Simon Gautier, non sarà tralasciato nulla per fare luce su eventuali omissioni colpose o dolose. Da mettere a fuoco ci sono i minuti e le ore successive alla caduta dell’escursionista lungo il dirupo Ciolandrea, nel Comune di San Giovanni a Piro. Perché se è ormai certo che Gautier ha dormito…

Continua
Simon Gautier, autopsia conferma: morto per choc emorragico Cronaca 

Simon Gautier, autopsia conferma: morto per choc emorragico

Il corpo di Simon Gautier aveva numerose fratture ad entrambi gli arti inferiori – sia esposte che composte – e presentava il laceramento di molti tessuti. L’emorragia che lo ha ucciso avrebbe avuto origine dalla gamba sinistra, quella che presentava la rottura dei principali vasi, femorali e tibiali. Secondo la stima fatta dal medico legale Adamo Maiese, al termine dell’esame autoptico eseguito all’ospedale di Sapri ieri pomeriggio, Gautier dopo la rovinosa caduta dal pendio Ciolandrea di San Giovanni a Piro sarebbe rimasto in vita non più di 45 minuti. Durante…

Continua
Trovata morta in casa, indagini a 360° Cronaca 

Trovata morta in casa, indagini a 360°

Una donna di 53 anni è stata trovata priva di vita all’interno della sua abitazione in Via Enrico Moscati a Salerno. Ancora da chiarire le cause del decesso: presentava una ferita alla testa compatibile anche con una caduta. Nell’appartamento, oltre alle forze dell’ordine anche i volontari del VoPi che non hanno potuto far altro che constatare il decesso della donna. Gli inquirenti indagano a 360 gradi senza escludere nessuna pista: dal malore all’omicidio. Il decesso risalirebbe alla giornata di ieri ma solo oggi è scattata l’allarme dato da alcuni parenti…

Continua
Coldiretti, i campani tra i più pigri d’Italia (altro che prova costume) Custom essay services 

Coldiretti, i campani tra i più pigri d’Italia (altro che prova costume)

53,5% di inattivi, il 40,7% dei cittadini è sovrappeso L’estate avanza e la corsa al recupero fisico contagia molti italiani. Tuttavia tra i più pigri d’Italia ci sono i cittadini della Campania, secondi solo ai siciliani per totale inattività sportiva. È quanto emerge da una ricerca di Coldiretti Campania su dati Istat. Nel 2018 il 53,5% dei campani dai 3 anni in su non ha praticato alcuno sport né attività fisica, contro una media nazionale del 38,1%. In Sicilia la percentuale dei pigri è stata di poco superiore, pari al…

Continua
Fonderie Pisano, il gip dispone approfondimenti. Guido Pisano: non c’è un nesso causale tra attività della fabbrica e malattie Cronaca 

Fonderie Pisano, il gip dispone approfondimenti. Guido Pisano: non c’è un nesso causale tra attività della fabbrica e malattie

Il presidente delle Fonderie Pisano è convinto che gli approfondimenti disposti dal giudice per le indagini preliminari sulle morti per tumore di alcuni residenti di Fratte e della Valle dell’Irno dimostreranno la totale estraneità ad ogni forma di connessione tra l’attività produttiva dello stabilimento e le patologie. Lo scrive Guido Pisano dopo aver appreso la decisione del gip del Tribunale di Salerno, Alfonso Scermino di rinviare gli atti all’ufficio di procura per approfondire alcuni aspetti.  Per il  gip, le indagini dovranno “categoricamente escludere che l’inquinamento delle fonderie abbia contribuito alle…

Continua