Eboli: ragazzino discriminato perché si sente donna. Mobilitazione generale

Quattordici anni, ma un’idea già molto chiara su chi essere. Umberto è un adolescente che ha fatto una scelta: si sente donna e da tale si comporta, si veste, accettato e seguito in famiglia e dagli amici più cari. Vive ad Eboli e non rientra nel cliché del ragazzino tormentato e problematico, magari isolato dai compagni o osteggiato dalla famiglia. Eppure, anche questo quattordicenne è entrato in crisi, dopo i commenti postati sui social riguardo una festa spensierata: commenti che hanno apostrofato Umberto con frasi gravi e tali da spingerlo…

Continua