Voi siete qui
Il caso dei sicari presi “in prestito” per uccidere Aldo Autuori a Pontecagnano Cronaca 

Il caso dei sicari presi “in prestito” per uccidere Aldo Autuori a Pontecagnano

Antonio Tesone e Gennaro Trambarulo sarebbero i due sicari presi in prestito dai clan Licciardi e Mallardo per eliminare Aldo Autuori, che aveva fatto “lo scostumato”- come emerge da un’intercettazione- con i reggenti dei Pecoraro-Renna a Pontecagnano. Autuori, dopo un lungo periodo di detenzione, si era rimesso in affari nel settore dei trasporti su gomma ed aveva iniziato a pestare i piedi a Francesco Mogavero, riferimento sul territorio in quel campo. Poche settimane prima dell’agguato mortale in Via Alfani, Autuori aveva avuto una discussione proprio con Mogavero e con i…

Continua
Delitto Autuori, asse Napoli-Salerno stoppato sul nascere Cronaca 

Delitto Autuori, asse Napoli-Salerno stoppato sul nascere

Nuove alleanze tra vecchi clan per un obiettivo comune: creare ricchezza, così da poter alimentare i traffici criminali. Come hanno dimostrato anche recenti indagini, la questione può riguardare la droga, ma anche la commissione di omicidi e, nel caso del delitto Autuori, anche il trasporto su gomma. Il clan Pecoraro, ed in particolare il gruppo Mogavero-Bisogni, egemone nella Piana del Sele, chiede assistenza al clan Mallardo di Napoli, tramite i Cesarano di Castellammare, per liberarsi di un concorrente scomodo. Con una serie di contatti ricostruiti in maniera certosina dagli inquirenti,…

Continua