Soppressione punti nascita di Sapri e Polla: infuocata assemblea dei sindaci

I sindaci del territorio in cui ricadono gli ospedali di Sapri e Polla non ci stanno. Il taglio delle divisioni di Ginecologia ed Ostetricia, deciso dal Ministero della Salute e recepito dalla Regione Campania, tiene conto solo del dato numerico relativo ai parti (inferiore al minimo di 500 per anno). La decisione del Governo non tiene minimamente in considerazione il fatto che quei territori siano marginali rispetto ad altre aree del salernitano. Dunque difficilmente raggiungibili, se non a costi economici e sociali pesanti per la popolazione residente. Una questione di…

Continua