Omicidio Maiorano: il marito condannato a 30 anni di carcere

Salvatore Siani è stato ritenuto colpevole dell’omicidio della moglie, Nunzia Maiorano, senza alcuna attenuante e senza che gli fosse riconosciuta nemmeno la parziale semi-infermità mentale al momento del delitto. Il gup del Tribunale di Nocera Inferiore, Gustavo Danise, ha applicato il massimo della pena considerate le numerose aggravanti: il vincolo stretto di parentela, i futili motivi, il delitto consumato davanti al figlio più piccolo, l’essere sotto effetto di sostanza stupefacenti. Accolte le richieste dell’accusa, rappresentata dal pm Roberto Lenza della Procura di Nocera. La dinamica dell’omicidio, avvenuto a gennaio in…

Continua