Voi siete qui
A Cava de’ Tirreni va in scena la “Shoah, le memoria, i giovani” Curiosità 

A Cava de’ Tirreni va in scena la “Shoah, le memoria, i giovani”

A Cava de’ Tirreni gli studenti delle scuole cittadine e l’Anpi (Associazione nazionale Partigiani d’Italia)  hanno messo in scena uno spettacolo – letture, drammatizzazioni e momenti musicali – per ricordare l’olocausto di 6 milioni di ebrei nei campi di sterminio nazisti. E’ l’epilogo di percorsi di studio, riflessioni e ricerche svolte durante le lezioni in classe. “E’ successo e può succedere di nuovo – afferma il Sindaco Vincenzo Servalli – il valore della memoria e del ricordo, soprattutto nelle giovani generazioni, e fondamentale per mantenere sempre viva la coscienza della…

Continua
Giornate della memoria: consegna delle medaglie in Prefettura a Salerno Cronaca 

Giornate della memoria: consegna delle medaglie in Prefettura a Salerno

La Prefettura di Salerno, insieme al comitato locale della “Società Dante Alighieri”, ha voluto con la forza del cuore e della ragione una cerimonia ben oltre la commemorazione del “Giorno della memoria”. Ciò perché fosse dato il giusto risalto al ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati. Ma anche per consentire alle rappresentanze di studenti degli Istituti scolastici della provincia di esibirsi su testi teatrali e partiture musicali sul tema. L’evento è stato ospitato nel Salone Azzurro della Prefettura, in concomitanza con la celebrazione al…

Continua
La storia di Bogdan e Janika, bambini dietro il filo spinato ad Auschwitz Cronaca 

La storia di Bogdan e Janika, bambini dietro il filo spinato ad Auschwitz

Avevano rispettivamente 12 e 10 anni, i due sopravvissuti polacchi ad Auschwitz che oggi ai ragazzi dell’IC Picentia di Pontecagnano hanno raccontato gli orrori patiti e a cui hanno assistito, una testimonianza straordinaria Avevano all’incirca l’età dei ragazzi seduti davanti a loro, Bogdan Bartinikowski e Janika Reklajtis quando vennero deportati. Polacchi e non ebrei polacchi vennero internati inizialmente al campo di smistamento di Pruszkòw, e poi ad Auschwitz assieme ai loro familiari dopo la seconda rivolta di Varsavia, quella dell’agosto del 1944, che vide l’insurrezione dei cittadini contro il regime…

Continua