Voi siete qui
AOU Ruggi. Prelievo di organi, l’ultimo atto d’amore di una 49enne campana Cronaca 

AOU Ruggi. Prelievo di organi, l’ultimo atto d’amore di una 49enne campana

E’ stato eseguito in giornata, presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno,  il prelievo di organi da una donna, 49enne, campana, ricoverata da diverso tempo in terapia intensiva. Preso atto della irreversibilità della condizione e la volontà dei familiari della donna a donare gli organi, al sopraggiungere della morte cerebrale, sono giunte equipe chirurgiche che hanno prelevato reni, fegato, cornee. Il generoso atto d’amore della 49enne, e dei suoi familiari, ha riacceso la speranza per quanti attendono il ritorno alla vita. Il Commissario Straordinario dell’Azienda Ospedaliera salernitana,…

Continua
Dati donazioni nel Salernitano in linea con Regione e resto d’Italia Cronaca 

Dati donazioni nel Salernitano in linea con Regione e resto d’Italia

Il trend delle donazioni d’organi nel Salernitano è in linea con il dato regionale e con quello nazionale. L’obiettivo è informare quanto più possibile il cittadino perché, all’atto del rinnovo della carta d’identità, esprima liberamente il proprio consenso. Asl e trapianti: la cultura della donazione all’ombra dei templi di Paestum La donazione di organi: una scelta informata e consapevole all’ombra dei Templi. Si svolge giovedì 29 agosto alle ore 18, con ingresso libero, presso il Parco Archeologico di Paestum, un’iniziativa di sensibilizzazione promossa dall’Asl Salerno. Posted by Liratv on Wednesday,…

Continua
AOU Ruggi: nuovo espianto di organi. Il fegato è andato a Padova, i reni a Roma Cronaca 

AOU Ruggi: nuovo espianto di organi. Il fegato è andato a Padova, i reni a Roma

La generosità di una sessantasettenne ucraina – residente ad Amalfi – giunta presso la Rianimazione dell’AOU Ruggi la mattina di martedì scorso con una emorragia cerebrale massiva, ha consentito a due persone di ricevere fegato e reni e ricominciare a vivere. Venerdì mattina, alle ore 11,00, è cominciata l’osservazione di morte terminata alle ore 17.00; verificata la rarità del gruppo sanguigno della donatrice, è scattata la ricerca in tutta Italia. E’ emersa subito la richiesta di un fegato dall’Ospedale di Padova mentre, in nottata, è stata organizzata una staffetta con le…

Continua