Voi siete qui
Omicidio Pennasilico: altri cinque indagati, oltre all’arresto di Di Meo Cronaca 

Omicidio Pennasilico: altri cinque indagati, oltre all’arresto di Di Meo

Almeno due, tre armi hanno sparato il 23 aprile scorso nel pascolo di Cerzoni, a Giffoni Sei Casali: due fucili a pallettoni ed una pistola artigianale. Ed almeno cinque persone, oltre a Bruno Di Meo finito in carcere, sono ancora indagate a vario titolo per l’agguato in piena regola a Domenico e Generoso Pennasilico, padre e figlio, di professione pastori come i loro aggressori. Ricostruire lo scenario da far west del 23 aprile non è stato semplice. I pascoli sono dati in concessione dalle comunità montane, non c’è un diritto…

Continua
Omicidio Pennasilico: arrestato Bruno Di Meo Cronaca 

Omicidio Pennasilico: arrestato Bruno Di Meo

Il 23 aprile scorso, in località Cerzoni di Giffoni Sei Casali, ci fu un vero e proprio agguato a Domenico e Generoso Pennasilico, padre e figlio, due pastori che su quel pianoro volevano recuperare alcuni capi di bestiame senza sapere che ad attenderli c’era Bruno Di Meo, 23 anni, armato di fucile e probabilmente in compagnia di almeno altre due persone. Per braccare i due Pennasilico, secondo gli inquirenti, fu organizzata una spedizione. Ed è per questo che il gip del tribunale di Salerno, nel firmare l’ordinanza di custodia cautelare…

Continua
Masini: «a sparare contro i Pennasilico due, forse tre persone» Cronaca 

Masini: «a sparare contro i Pennasilico due, forse tre persone»

Il procuratore della Repubblica vicario, Luca Masini, parla di due tre armi che hanno sparato nell’agguato ai Pennasilico. Ci sono, ovviamente, altri indagati. (intervista al LiraTg)

Continua