Voi siete qui
Ruggi impegnato nell’emergenza covid-19, cosa cambia nel dipartimento materno-infantile Cronaca 

Ruggi impegnato nell’emergenza covid-19, cosa cambia nel dipartimento materno-infantile

Con l’emergenza coronavirus negli ospedali tutte le prenotazioni sono state bloccate e sono stati rinviati gli interventi non urgenti. Anche l’azienda ospedaliera universitaria “Ruggi” di Salerno sta attuando numerose azioni per il contenimento del contagio e la tutela della salute pubblica. Senza dimenticare alcuni ambiti che hanno comunque bisogno di assistenza. Il dottor Ennio Clemente, Direttore del Dipartimento Materno Infantile del Ruggi, illustra i percorsi messi in campo per andare incontro alle esigenze dei bambini e delle donne. Per l’emergenza Covid-19 al Ruggi di Salerno si lavora per l’ampliamento dei…

Continua
Consorzio Farmacie, replica dell’amministrazione allo stato di agitazione Cronaca 

Consorzio Farmacie, replica dell’amministrazione allo stato di agitazione

Lo stato di agitazione del personale ha smosso ulteriormente le acque provocando una presa di posizione dura da parte dell’amministrazione del Consorzio Farmaceutico Intercomunale. Che “prende atto, con evidente disappunto ed incredulità, della nota dei sindacati nella quale si proclama lo stato di agitazione”. Nel documento firmato dal direttore generale, dal Consiglio di amministrazione e dal Collegio dei Revisori dei Conti si esprime “la ferma condanna del comportamento scorretto delle organizzazioni sindacali nell’ambito dello svolgimento delle relazioni finalizzate alla sottoscrizione del contratto collettivo”. Inoltre si evidenzia “l’alterazione e la mistificazione…

Continua
Asl Salerno, la Uil chiede chiarezza al direttore generale Cronaca 

Asl Salerno, la Uil chiede chiarezza al direttore generale

Attenzione sul personale fuori ruolo e sui fondi contrattuali Settantasette lavoratori impiegati in ambiti non prettamente ospedalieri. Sono quelli, secondo la Uil, presenti sul territorio di competenza dell’Asl di Salerno. “Nello specifico ci sono infermieri e fisioterapisti che svolgono attività in ambienti diversi da quelli di degenza. Sono dislocati nelle varie direzioni sanitarie”. La denuncia arriva dal sindacalista Biagio Tomasco che sostiene di aver già informato della vicenda il direttore generale Antonio Giordano. Con quattro note di sollecito i sindacati hanno denunciato ilmalcostume di professionisti che non svolgevano il loro ruolo…

Continua