Raccolgono illecitamente corallo in Costiera Amalfitana: 50 anni per riparare al danno

Hanno distrutto barriere coralline e fauna nei luoghi più caratteristici della Costiera Amalfitana, per raccogliere e commercializzare illegalmente corallo rosso, ma sono stati sorpresi dalla Capitaneria di Porto di Salerno, dopo una articolata attività di indagine coordinata dai pm Elena Cosentino e Mariacarmela Polito della Procura di Salerno. Tutti e 10 gli indagati sono stati destinatari dell’obbligo di dimora e rispondono del reato di inquinamento ambientale. Le indagini sono partite nel 2018 dopo il sequestro di corallo a seguito di un controllo di una imbarcazione al porto di Salerno. Da…

Continua